giovedì, aprile 03, 2008

Specialized Langster


C'è un certo intersse su questa bici, principalmente perchè è prodotta da uno dei principali e più conosciuti marchi al mondo (quindi si trova facilmente), secondo perchè ha un ottimo rapporto qualità-prezzo se si pensa che si riesce a comprare a cifre intorno ai 550 euro, terzo perchè è molto appariscente dal momento che in Italia sono distribuiti i soli modelli New York e London.
Premetto che la bici l'ho solo vista in vetrina e non ho avuto modo di provarla.
La bici è montata piuttosto bene: telaio in alluminio con forca in carbonio, mozzi flip-flop Formula, guarnitura Sugino RD Messenger, manubrio da pista con leve da CX sulla London e flat bar da MTB sulla New York, nulla di eccezionale ma i componenti sono validi, le grafiche sono un po' "impegnative", comunque a me piacciono.
Quello che NON mi piace e di cui, sinceramente, non riesco a capacitarmi è la geometria del telaio.
Mi torna comodo parlare della taglia 58 che alla prima occhiata ha le stesse dimensioni della mia Vigorelli.
Vediamo un po' gli angoli: Specy ha 73° mentre la Cinelli 73° e 73.5°, come già detto si potrebbero usare un pelo più verticali, ma in città vanno benissimo; rake forcella (ovvero di quanto è inclinata la forca verso l'avanti): 43mm (!) per la Langster contro 35mm della Vigo, questi sono veramente troppi, con un rake così è una forca da strada e non da pista; ma il dato più preoccupante è il drop del movimento centrale (ovvero quanto il movimento è più basso rispetto all'asse delle ruote): ben 67.5mm (addirittura 71.5 nelle taglie piccole) contro un 60mm sul Vigorelli.
Con una bici a ruota fissa il problema principale è il rischio di toccare coi pedali in curva, per questo i movimenti devono essere alti e le pedivelle corte, qui abbiamo un telaio con un movimento più basso di circa un centimetro rispetto alle quote normali di una bici da pista, oltretutto accoppiato a pedivelle relativamente lunghe (170mm sulle taglie piccole, 172.5 su quelle grandi).
Anche quardando altri particolari come il carro lungo 41cm e la lunghezza totale della bici (10cm più lunga della Vigorelli) si ha l'impressione che i progettisti Specialized abbiano disegnato una bici pensata innanzitutto singlespeed con ruota libera partendo dalle quote di un telaio da corsa su strada e poi, incidentalmente, visto che è di moda, ci abbiano messo un mozzo flip-flop fixed-free per farla fissa.
In questo modo tutti i vantaggi di un telaio da pista, pensato fisso, rispetto ad una conversione, costruita partendo da un vecchio telaio da corsa, viene quindi a perdersi, visto che il Langster che viene venduto come bici completa è un telaio da strada, solo coi forcellini orizzontali da pista, al contrario del Langster S-works (questo veramente da pista) che viene venduto solo come telaio e ha geometria completamente diversa (oltre a costare anche molto di più).
Dal momento che di Langster se ne stanno vendendo sarei curioso di sapere se qualcuno di voi che leggete ne ha uno e cosa ne pensa.

29 commenti:

Anonimo ha detto...

la puoi paragonare alla cannondale Capo alla Kona PaddyWagon..
bici da strada fatte ss con un mozzo flipflop....

ae

pepperoni ha detto...

ha ha...
a londra è conosciuta come wrongster...
mai provata ma mi fa tristezza, con quel ridicolo slooping poi...
le grafiche non mi piacciono, ne ho viste in giro di marrone tonalità escremento (non so che modello sia) e qualche modello new york. Ma chi è il genio che ha pensato di "vestire" una bici con le grafiche dei cab??????? demenziale..

Anonimo ha detto...

scusata ma la cinelli mystic rats com'è? e sapete quanto costa?

Aldone ha detto...

Secondo le informazioni in mio possesso la Mystic dovrebbe uscire a brevissimo (questione di settimane se non addirittura di giorni), sul sito è indicato un montaggio non definitivo per cui ci tocca aspettare ancora un po'

CiniKo ha detto...

Il prezzo da concessionario qui a TO che mi è stato detto è di 750 eurozzi!!!.....ed io ho risposto ma questi sò pazzi!!! ;)

Mi dite che cosa è il mozzo flipflop?

LuKa

Aldone ha detto...

difficile dire se 750 sono tanti o pochi senza conoscere i componenti del montaggio, se per assurdo fosse montata tutta Compagnolo Record costerebbe pochissimo (solo la guarnitura costa più di 300 euro) :-)

Un mozzo flip-flop è un mozzo con le filettature da entrambe i lati per cui togliendo ed invertendo la ruota hai 2 rapporti diversi oppure puoi usare un pignone fisso e uno libero.

Anonimo ha detto...

In merito al FlipFlop, mi sorge un dubbio: capisco come sia possibile avere sullo stesso cerchio un pignone libero e uno fisso con stesso n° di denti ma, come può essere possibile avere due pignoni diversi? La tensione della catena come fai a regolarla soprattutto se hai più di un dente di differenza?
Mi sembra un accorgimento un po' inutile ma è del tutto personale.
M!!!

Aldone ha detto...

Con dei forcellini da pista riesci a giocare tranquillamente su 3 anche 4 denti, sulla Cinelli ho un flip-flop con pignoni fissi da 17 e 19, in realtà serve a poco (uso sempre il 19), ma è una opzione che può risultare utile.

davmo ha detto...

vista e toccata con mano una di queste specialized...a milano la commercializza la catena "bicimania" che la vende sui 500€...ma secondo me qualche ero lo si tira in fase di acquisto serio!
...quella che ho visto io aveva una piega da pista, accessori cromati e colori bianco/rosso/blu, credo fosse quella che chiami "modello New York "...davvero bellissima e fatta bene!!!

Anche io dico che in effetti il costo per una bici così è giustissimo!!!



Ohi aldone, gli ultimi 4giorni ero a stoccolma, e incredibile ho visto ben 2 fisse (tra l'altro molto curate) che sfrecciavano nel centro città!!!

theoriginalbadboy ha detto...

Conosco per esperienza personale Specialized, avendo sempre e solo avuto bici prodotte dalla medesima. Anche se i componenti non sono delle ditte che solitamente sentiamo nominare posso assicurare che sarà un prodotto comunque buono e con un rapporto qualità/prezzo del tutto soddisfacente. Dal mio rivenditore di fiducia ho trovato il modello London (bianco con union jack sulla canna e manubrio da pista) e, ordinato su misura per un cliente che non conosco, aveva esposto in vetrina il telaio s-works (pura pornografia visto dal vivo ve lo assicuro). Lui vende a 580 euro ma volendo potrebbe scendere ancora.

Angelo ha detto...

Ne ho vista oggi una modello Chiacago (http://alamedabicycle.com/images/library/large/spec_lang_chic_08_m.jpg), qui a washington dc, anzi a Manassas da A1 cycles (dove sto pensando di comprarmi una bicicletta già assemblata non avendo nulla da cui partire per costruirne una come vorrei io (un telaio decente sfoga più di una bici già montata e qui non è come da noi che la gente tiene le bici di merda e dà via a due lire bici clamorose solo perché sono vecchie).
Come giustamente si osserva nel post, la geometria del telaio è quella di una single speed freewheel, che poi è il tipo di bici che piace a me. Comprarla come una bici da pista è decisamente un errore, e lo hub flip flop va un po' inteso nel senso in cui ormai si fissa qualunque tipo di bici, dalla graziella allacitybike... certo immagino che portarla come una fissa pura possa dare tutte le difficoltà di cui sopra.
Ad ogni modo, concordo sul fatto che la Langster è una bici molto piaciona, ma il prezzo in dollari per noi europei è vantaggiosissimo e il telaio molto leggero è una comodità da non sottovalutare se non hai un ricovero al piano terra o garage. Se uno vuole una bici da pista pura, comunque, qui negli usa una bianchi pista te la danno per 350 euri circa (http://www.jensonusa.com/store/product/BI305L00-Bianchi+Pista+Frame+W+Free+Kit+07.aspx). Sono molto indeciso sul da farsi, ma alla fine mi sa che vado per specialized langster...

Angelo ha detto...

No, ci ho pensato bene, sta langster è troppo piaciona. Mi sono fatto questa Mercier Kilo a 349 (http://www.bikesdirect.com/products/mercier/kilott.htm). Del telaio se ne parla un gran bene (rebranded FKS in realtà), anche se il resto dei componenti è effettivamente piuttosto sgreuso. Ma almeno è una bici sincera, sembrerebbe (http://www.bikeforums.net/archive/index.php/t-112940.html).

viz ha detto...

A Torino la New York gialla la vendono a 530 euro. Su una rivista specializzata il prezzo consigliato è 590 euro.

Matteo ha detto...

Non la vedrei così nera, tutti si costruiscono la propria fissa partendo da una NORMALE bici da corsa, questa altro non è che una bici da corsa adattata e con qualche accorgimento, non è nata per andare in pista, ergo non vedo perchè dovrebbe averne le misure.
Ci sono moltissime bici con le geometrie sbagliate o migliorabili, semplicemente se non ti piace, non comprarla.
Credo però farà avvicinare molte persone al mondo SS e Fixed.
A me piace, soprattutto per il prezzo allettante.

Ciao

fissononfississimo ha detto...

...è un pò tardi per rispondere a questo post, ma mi sono avvicinato alla fissa da 3 settimane e proprio con una langster modello monaco per l'esattezza quello con la colorazione bianca rossa e blu (simil martini racing), non sono assolutamente in grado di dare giudizi tecnici riguardo angoli e qualità della componentistica, ma visto che siete tutti innamorati dei vostri mezzi e delle bici in generale e, immagino, vorreste sempre più gente in bici vi racconto un aneddoto: ho cominciato a lavorare a pochi km da casa mia quindi ho cominciato a guardarmi intorno per rimettere in ordine la mtb che fa la muffa in garage da anni, poi un mese fa circa un amico mi ha parlato delle fisse...una settimana dopo ritiravo la langster monaco, dopo un'ora che c'ero sopra avevo in mano una 15 per girare la ruota e adesso (pioggia permettendo) sono tre settimane che faccio tutto in bici...quindi ben vengano le langster e tutti gli altri prodotti entry level che permettano a questa comunità di crescere. saluti a tutti p.s. sono di torino quindi domenica prob sarò in piazza campanella a vedere com'è questo bike poloe a farmi un pò di cultura fissa

alessandro ha detto...

Ciao ragazzi, vedo che qui è il posto giusto dove porre la mia domanda...
Io di bici non ne capisco una mazza, sono 3 o 4 anni che non piazzo il sedere su una sella in modo continuativo e ho bisogno di una bicicletta da usare in paese-città e ad andare in giro dato che abito in pianura-collina...
Mi piace un sacco questa Langster e mi è venuto il pallino delle singlespeed non so per quale motivo, forse per una questione di semplicità ...
Il rischio è che magari mi ci faccio le megasudate nell'andare a lezione in università e va a finire che non posso nemmeno prenderla per il lavoro senza arrivare fradicio in ufficio...
Per un neofita quasi totale come me vale la pena di comprare una bici del genere? (non ditemi di provare a sistemare una bici scassata perchè purtroppo non ho tempo tra studio e lavoro, scusate!...)

Grazie in anticipo a chi risponderà, complimenti per la vostra grande passione!!!!

Aldone ha detto...

non vuoi sudare?
lascia perdere la bici, troppo faticoso

alessandro ha detto...

Caro Aldone, vedo che hai male interpretato la mia domanda; proverò a esprimermi meglio:
vorrei sapere se con una bicicletta come la langster è possibile per la persona media affrontare salite e pendenze senza arrivare in riunione con la camicia da strizzare e la cravatta a mò di fazzoletto per la fronte.
Ora sono sorte nuove domande:
1) Devo cambiare lavoro perchè i rapporti sono troppo "duri" per raggiungere l'ufficio tra qualche scollinamento o posso comprarla senza remore?
2) Mi sembra di avere capito che l'utente fissononfississimo abbia comprato la bici dopo un'astinenza di alcuni dalle pedalate, quindi posso comprarmi questa bicicletta senza prendermi troppo sul serio e magari potermi godere qualche gita fuori porta tempo permettendo?
3) Mi devo vergognare perchè faccio un lavoro sedentario in una città trafficata e comunque non posso arrivare sul posto di lavoro grondante di sudore?

Grazie a chi mi aiuterà!

Aldone ha detto...

fuori ci sono attualmente 35°C. è praticamente impossibile spostarsi in bicicletta senza sudare almeno un po', figuriamoci in giacca e cravatta

alessandro ha detto...

Bè allora mi limito a chiedere: una Fixie nella quotidianità è poi limitante se rapportata 42/16?
Grazie mille!

Aldone ha detto...

no,il 42:16 è il classico rapporto tuttofare

Aldone ha detto...

no,il 42:16 è il classico rapporto tuttofare

alessandro ha detto...

Grazie Aldone, muy bien!
Allora inizio a cercare qualche preventivo per questa oppure speravo di trovare una buona offerta sulla Mystic rats anche se dubito che mi venga a costare come la specy...C'è da dire che, come più volte avete detto, la specy non ha delle geometrie da bici fixable a giudicare dal drop del movimento un po' troppo basso...Magari mi sbaglio però, bah!
Consigli? Grazie per lo spirito di sopportazione!

Aldone ha detto...

calcola che c'è chi l'ha pagata 499, mentra il Mystic si trova sui 650 senza problemi

firestefano ha detto...

Ho comprato una bellissima Specialized "wrongster" Monaco quella che tutti i fissati odiano perchè ibridafattamalecommercialedatutti...
due giorni fa sono partito da casa mia (Mirafiori Sud) per arrivare a Pinerolo e al ritorno breve passaggio per Vigone.
In totale con sta paccata e finta fissa che tutti odiano mi sono sparato 80 km con una breve pausa caffè.
STAY RUDE STAY REBEL!!

Bardella ha detto...

ciao, ragazzi allora, mi sono fatto la langster london gli ho subito sostituito il manubrio perchè quello originale è a dir poco osceno ha una curvatura impossibile da impugnare è fatto di ferraccio e pesa come tutta la bici,le saldature del telaio sono fatte da un cane perchè sono piene di sbavature e la ruota posteriore quando pesto sui pedali si lamenta di continuo hai voglia di tirare i raggi! Non si rimedia. Per il restotutto aposto ciao Raf.

re ha detto...

e' una figata di bici....io sono innamorato della mia.......l'ho spogliata di ogni colore anonimo,tutta nera opaco,stem della dmr viola,manubrio riser ridottissimo,si alza che e' una bellezza e anche con una guarnitura fsa da 175 non mi hanno mai toccato i pedali a terra,avendo montato un modello da 9cm.bici figa,prezzo accessibile,ma il consiglio e' di cercar di comprarla usata, e poi lavorarci su con gusto e passione.io gli ho dato 300 euro,lui l'aveva pagata $880.a breve postero' il link dove poterla vedere.ciao grandissimi.

re ha detto...

ecco qua ! http://www.fixedgeargallery.com/2010/mar/1/FraMinisi/FraMinisi.htm

lollocorse ha detto...

Ciao a tutti, per colpa principalmente di Aldone e del suo blog da super appassionato, mi sto fissando anche io...
Sono interessato alla Mercier Kilo, che però ho trovato solo qui http://www.bikesdirect.com/ e non fanno spedizioni in europa.
Chiedo se qualcuno conosce un rivenditore o un sito a cui rivolgermi. In particolare leggo che Angelo l'ha comprata: come hai fatto?

P.S. So che non è la bici definitiva, ma al prezzo a cui la propone bikesdirect mi sembrava un buon inizio...