venerdì, maggio 27, 2011

Ridurre l'inquinamento e lo stress della vita moderna in una sola mossa


TUTTI parlano di ridurre l'inquinamento, e TUTTI hanno la loro proposta.
Si va dalle energie alternative, al nucleare (?), dallo spegnare il leddino rosso del televisore a spegnere le luci della città ... posso dire la mia?
Tutte minchiate.
C'è un sistema a costo ZERO che permetterebbe, da subito, di ridurre l'inquinamento: l'abolizione di vestiti formali, della giacca e la cravatte e dei pantaloni lunghi nei mesi estivi.
Questo permetterebbe di ridurre l'uso dell'aria condizionata negli uffici, se ci posso stare in short e t-shirt basta aprire la finestra se mi costringi a giacca e cravatta allora mi tocca mettere a palla il condizionatore.
Permetterebbe di spostarsi in bici, senza sbatti di sudate e pantaloni distrutti dalla catena, e soprattutto nessun "capo" potrebbe ridire sull'abbigliamento del dipendente.
Si spenderebbe meno in lavaggi e stiraggi, che una giacca la devo portare in lavanderia, una maglietta me la lavo a casa.
Io, settimana prossima, ho un colloquio in pieno centro, con un'agenzia di ricerca personale che non sa valutarmi come tecnico e quindi guarderò solo l'estetica; ci potrei andare comodo in bici, ma alla fine visto che attualmente o ci sono 35° oppure piove, e ci devo andare vestito da pinguino, userò la metro, ma a Torino c'è una sola linea che non mi passa sotto casa, quindi mi tocca prendere un autobus, anzi per evitare di metterci una vita e arrivare comunque tutto sudato, prendo l'auto per arrivare fino alla fermate della metro (spendendo così benzina E biglietto metro).
Tutto 'sto casino perchè ci devo andare in giacca e cravatta, che palle!

8 commenti:

Alberto ha detto...

"tutte minchiata"... non esageriamo

Redarrow ha detto...

E' stato già proposto anni fa, credo in Giappone, ora non ricordo, comunque concordo al 100% :)

nero tulip

Antonio ha detto...

in giacca e cravatta si va perché siamo vittime del sistema! io non mi sento libero vestito da pinguino, la camicia mi stringe e la cravatta mi sembra un guinzaglio...e in effetti lo è! a presto!

Aldone ha detto...

Albero: "tutte minchiate" è ovviamente una provocazione :-)

aggiungo questo commento arrivato via mail
"Seguo il tuo blog più o meno da sempre eccetera eccetera, a volte condivido a volte no, ma mi garba così.. non ho un account da blogger, quindi ti mando una mail.
Hai ragionissima! L obbligo del travestimento da pinguino è una rottura di palle e causa uno spreco inutile di enrgie. Anche all' università tengono il condizionatore a tutto foco. E tra l altro ti rompono lel palle se vai a dare un esame in pantaloni corti. Magari ad Agosto.
Penso anche che agli sbirri e a chi è obbligato ad indossare una divisa i generale, farebbe bene una versione pantacorto per l'estate. Siciuro sarebbero meno incazzati. Ci son divesi studi che mettono in evidenza la correlazione tra il calore percepito e l' aggressività."

theoriginalbadboy ha detto...

Ti prego uomo postaci una foto di te con giacca cravatta e Vigorelli.
In bocca al lupo

Lorenzo ha detto...

D'accordissimo!!! iniziative simili:
http://archiviostorico.corriere.it/2007/luglio/03/Via_cravatta_Eni_riduce_aria_co_9_070703016.shtml

Federico S. ha detto...

Forse l'unica soluzione per far emergere il prolema è essere costretti, come in giappone:

http://www.giapponizzati.com/2011/06/07/affrontare-il-caldo-estivo-giapponese-senza-aria-condizionata/

mad max ha detto...

dicci piuttosto come è andato il colloquio che facciamo tutti il tifo per te.
e se possiamo tirarti la volata Martinello e Ondo ce li beviamo a colazione.