mercoledì, settembre 24, 2008

Senza freni ... nuove considerazioni

Sabato durante l'alleycat ho rischiato di andare a sbattere, ero senza freni e mi sono fermato, cosa sarebbe successo con un'altro tipo di bici?
La dinamica è questa: siamo in gruppo piuttosto veloci, il semaforo diventa rosso, i primi passano prima che il flusso di automobili da destra si sia avviato, io mi ritrovo ad attraversare quando sono già partite, e mi trovo una macchina parata davanti che procede lentamente da dx a sx, se vado dritto la centro in pieno.
Conscio del fatto che non posso tirare i freni e inchiodare, vado in skid e intanto giro verso sx, se il conducente mi vede e si ferma posso ancora passargli davanti e proseguire la corsa, non potendo fermarmi voglio semplicemente cercare di aggirare l'ostacolo.
La bici si mette di traverso, come quando si frena coi pattini da ghiaccio o gli inline, e mi ritrovo girato a 90°, parallelo all'auto e praticamente fermo.
Non c'è stato alcun impatto, riprendo semplicemente a pedalare e mi tolgo di mezzo.
Pensando alla cosa con calma posso dire che proprio la certezza di non riuscire ad arrestarmi in spazi brevissimi mi ha portato a girare la bici, se avessi avuto una bici coi freni probabilmente mi sarei limitato a tirare sulle leve con tutta la forza che avevo, senza modulare, le gomme avrebbero perso aderenza, provocando una frenata molto lunga e mi sarei piantato con la ruota anteriore dentro lo sportello laterale, in alternativa con dei potenti freni a disco l'anteriore si sarebbe bloccata e avrei dato il giro con un bel voletto sopra la bicicletta.
Se con questa specie di frenata hockey non mi fossi fermato in tempo avrei semplicemente continuato a pedalare a fianco dell'auto per togliermi dall'incrocio.
L'anno scorso alla "I love Mi" invece ragionavo ancora come uno coi freni e quando Fabio "Badboy" mi ha inchiodato davanti (per non andare a sbattere) ho semplicemente bloccato la posteriore sono andato dritto e ovviamente l'ho toccato, per fortuna stavamo andando pianissimo.

ah, un'ultima cosa: non fate come me, col rosso bisogna fermarsi, sempre, che è meglio e così imparate il surplace!

21 commenti:

Visionimiopi ha detto...

In città l'incidente più brutto l'ho avuto proprio con la bici tradizionale con entrambi i freni e sono andato lo stesso a sbattere contro un furgoncino.

Il brakeless ti porta a ragionare di più e a non abbassare mai il livello di attenzione.
Inoltre c'è un piccolo vantaggio dato dal fatto che puoi iniziare a frenare non appena lo pensi, mentre con la BdC , se non hai le mani già sui freni devi andarteli a cercare e perdi tempo.

In fondo poi è come frenare con il solo freno posteriore, anche avendo entrambi i freni, che siano a disco o caliper, quando blocchi la bici parte in sgommata e infatti il modo migliore è quello di dare dei colpetti sui freni per far riprendere aderenza oppure adottare lo stesso metodo della derapata.

Lo stesso vale per il brakeless, fare uno skid a "singhiozzo" o in derapata è più efficace.

theoriginalbadboy ha detto...

Deduco che devi esserti un pò spaventato l'anno scorso visto che ti ricordi ancora del nostro tamponamento. Per fortuna tutto bene noi e le nostre bici.

PS Stupida bionda con suv che mi ha tagliato la strada senza guardare!

Aldone ha detto...

in realtà mi sono terrorizzato l'anno scorso perchè la bici, dopo che ti ho tamponato, faceva un rumore stranissimo tic-tic e pensavo di aver sicuramente rotto qualcosa, mi sono poi accorto che era la telecamera che toccava sul telaio :-)

houston ha detto...

a me il breakless terrorizza. Non credo che la capacita' di frenata di un veicolo debba dipendere dalla stanchezza del conducente (dai chilometri percorsi). Il freno anteriore risolve situazioni di gambe pesanti che spesso si accompagnano a una riduzione della attenzione

Aldone ha detto...

houston, ti capisco perchè la pensavo così anch'io, se come dici la stanchezza implica una riduzione di attenzione ti schianti con o senza freni

houston ha detto...

verissimo, dico solo che lo schianto tipicamente e' dovuto una somma di con-cause la stanchezza da sola ne provoca due, scarsa attenzione (diciamo piu' in generale tempi di riflesso dilatati) e ridotta forza nelle gambe. In questo caso un aiutino dai pattini di un buon freno e' apprezzato e magari anche risolutore.

crock ha detto...

Essendo, per definizione, l'attrito statico maggiore di quello dinamico, con dei freni ti saresti fermato sicuramente prima (a saperli usare, of course).
Ciao Aldone, il mese prox sono a torino, magari mi porto il master fixato

Anonimo ha detto...

Direi che ci sono tanti discorsi fatti di se, ma, forse....
E poche certezze dimenticate; con il rosso non si passa.
I freni sono nati per fermarsi e chi li usa sa come fare, panico a parte, se sei senza freni, se gareggi in una città dal traffico convulso, se passi con il rosso, direi che un pò te lo cerchi il finale con il botto.
non voglio criticare ne essere di parte, ma ogni tanto bisogna fermarsi per ragionare.
Detto da uno che usa la fissa da molti anni, con e senza freni.
Un abbraccio a tutta la combricola.
marco

tommaso colafigli ha detto...

A me onestamente sembra una presa di posizione un pò estrema. Il freno anteriore ha senso e come. Ci sarà un motivo se tendenzialmente le fixed sono nate per uso in pista e chi va in giro usa i freni. Mettere la bici di traverso inoltre si può fare con o senza freni. Se per questo con una non fixed la puoi mettere di traverso sgommando con la posteriore.

Capisco l'amore per la fixed però mi sembra voler difenderla in tutto per partito preso..
Chiaramente è una mia opinione!

Ciao

Tommaso

ce ha detto...

Premesso che :
-ho una fissa ma non la uso per problemi ad un ginocchio
-mi piace anche andare in mountain bike (quindi abitudine ai freni e a scarsa aderenza)
-Mi piacciono tantissimo le fisse

Non sono per nulla d'accordo col fatto che frenino meglio di una bici provvista di freni
in primis perchè usi un evento specifico per determinare una regola e secondo me è concettualmente sbagliato
in secundis perchè se sai usare i freni puoi fare molte più cose sopratutto quando di freni ne hai due. se hai potuto far derapare la tua bici in quel modo avresti potuto fare la stessa identica cosa con un freno (che è un dispositivo molto più efficiente in quanto fa leva sul cerchio da 28 invece che su un pignone da pochi cm di diametro).
questo non toglie nulla al gusto di frenare in skid ma l'efficienza è un altro discorso

Aldone ha detto...

Premesso che come ho già scritto io consiglio vivamente l'utilizzo dei freni sulla fissa.
Una fissa senza freni si usa con una testa diversa rispetto ad una bici coi freni, per questo motivo alla fine, paradossalmente, può risultare più sicura, poichè si è più consapevoli degli spazi di frenata e del comportamento della bici.

Visionimiopi ha detto...

@Houston,
proprio sul mio blog ho descritto da poco la mia prima uscita fuori città, e dopo una ventina di chilometri, con svariate salite, e tratti superiori al 10%, sull'ultima discesa le gambe erano talmente stanche che non riuscivo più a controllare la pedalata.
Per fortuna per quella uscita avevo montato il freno anteriore!
Girando in città però non penso si arrivi a questa situazione limite, a meno chè non si è proprio senza allenamento.

@CE,
quando blocchi i pedali si blocca anche la ruota posteriore, in questo il sistema è superiore al freno caliper che invece può anche slittare sul cerchio.
il problema semmai è che si può frenare solo la ruota posteriore, mentre la frenata è molto più efficace se si riesce a frenare la ruota anteriore.

detto questo, quando arrivi al bloccaggio delle ruote, scatto fisso o freni, se non c'è attrito sulla strada la bici slitta e quindi se non riesci a controllare la frenata ti schianti con entrambi i sistemi!

ce ha detto...

Il bello della fissa infatti è proprio che ti "costringe" a pensare diversamente, quindi ad evitare certi pericoli (o potremmo dire ad aggirare....).
In questo senso ti do pienamente ragione. E infatti come detto mi piace la fissa.

Però non capisco perchè quello con i freni dovrebbe avere meno consapevolezza dei suoi spazi di arresto e in cosa è penalizzato.
In senso generale avere meno vincoli (non devo pedalare per riprendere il moto, mi basta lasciare i freni) a parità di efficienza (sempre che ci sia questa parità) per me rappresenta un vantaggio.

Questo facendo un discorso tecnico, tutto un insieme di cose rende comunque sensatissimo andare in fissa ugualmente, lo capisco, ho provato.

cmcagliari ha detto...

premesso che dall'anno scorso in città preferisco la fissa e ho tolto i freni, sollevo una problematica che condiziona pesantemente la guida:
la pioggia!
brakeless + asfalto bagnato, cambia molto le condizioni di guida!!!
enrico

Visionimiopi ha detto...

In città secondo me è più vincolata una bici con scatto libero e freni.

Con lo scatto fisso puoi controllare in ogni istante la velocità in maniera diretta.
Basti pensare all'attraversamento di un semaforo,
con la tradizionale devi rallentare cercando i freni e poi, appena la via è libera, lasciare i freni e riprendere la pedalata.
con la scatto fisso invece fai tutto controllando la pedalata.

Efil ha detto...

Quello coi freni è ben consapevole dei suoi spazi di arresto ma tende a sopravvalutarne l'onnipotenza.
Facendo così è più portato alla distrazione ed è meno conscio di ciò che ha intorno.
Per fare un piccolo esempio io sono finito in una siepe di una rotonda e battuto il ginocchio sul gradino che definiva la rotonda stessa a causa di un taglio di strada di un frenante che mi apriva la strada in alleycat. Un fissato avrebbe fatto caso all'auto che stava arrivando e, in ogni caso, avrebbe evitato di inchiodare e girare in uno spazio di 20 cm sparandosi sui raggi del mio cerchio anteriore.

I fissati fanno come spiderman, deheh.

Con questo dico che il freno è certo più efficace ma le persone no. Per testa.

Ico ha detto...

Credo che girare per strada, con qualsiasi mezzo, dotato di freni o meno, necessiti comunque di un minimo di coscienza: aver presente i propri limiti e quelli del veicolo che si sta guidando.

Molta gente non ha questa coscienza, e si vedono spesso auto, moto e bici che si tamponano in modi facilmente evitabili proprio perchè, per distrazione, la propria velocità non è rapportata ad un giusto margine di frenata in caso di ostacolo improvviso. E ciò accade anche nel caso in cui si tende a sopravvalutare l'efficienza del proprio impianto frenante.

Credo che la scelta brakeless sia "forte" (non nel senso di fico!), però se presa consapevolmente può dare un senso di maggior tranquillità al guidatore, traducibile anche in una attenzione costante verso i rischi e relative manovre per ovviarli.

L'importante quindi è aver ben chiaro se in questo assetto si è in grado di poter affrontare la strada in piena sicurezza per sè e per gli altri.

In definitiva girare senza freni con il patema di non sapere se si sarà in grado di fermarsi non solo è pericoloso, ma annichilisce anche il senso di una bici fissa che dovrebbe esser comunque un mezzo più divertente da portare proprio per le sue caratteristiche intrinseche di guida.

Anonimo ha detto...

giro con una bmx brakeless e ruota libera. il che, quando ci si muove in città, richiede una concentrazione ed un attenzione estrema per potersi muovere a velocità decenti. Mi è successo più di una volta di sbagliare e magari di andare a sbattere da qualche parte. Ed in ogni caso è sempre stato a causa della mia velocità, troppo alta, perchè non avendo alcun tipo di freno in bmx non hai altro modo che smettere di pedalare e di fare curve.. con tante curve strette in successione o giri in tondo si riesce a rimanere che so davanti ad un semaforo aspettando il verde. In bmx è chiaro che le velocità sono minori, ma non cambia più di tanto dalla mentalità che viene in fissa. In fissa l'attenzione ai particolari "urbani" come i volti dei passanti davanti alle strisce, le automobili e i conducenti ecc. è la stessa. Credo che il non avere una leva da stringere sul manubrio ha come conseguenza un modo diverso di porti al movimento in bici. Al contrario, ritornando al post di -visionimiopi- in Bdc mi sono schiantato più di una volta. sempre a causa di automobili che tagliano la strada e per il tempo di spostamento delle mani sulle leve.
mattia

ce ha detto...

Mi rendo conto che non abbia senso insistere su un blog che si chiama bicifissa cercando di dimostrare l'inefficienza della fissa :) perdonatemi l'amichevole dissidenza. (amo le fisse come tutte le bici)
Per chiudere dico:
-non mi sento più lento di cervello da quando giro coi freni, e i semafori mi sembrano uguali a prima. mai sentito onnipotente, il confronto va fatto a parità di persona...
-le mani le tengo sempre sui freni
-se devo fermarmi in poco spazio, freno con entrambe le ruote (e ti posso assicurare che mi fermo in poco spazio)
-non fa differenza dove metto il peso, che sia avanti indietro a destra o sinistra tanto più è carica una ruota tanto più questa frenerà.
-con la leva del freno faccio meno fatica e sgommando meno conservo un po di più il copertone (che vado poi a lacerare sulle rotaie...)
argomento pioggia: paradossalmente sulla pioggia mi trovo meglio con la fissa, bloccare l'anteriore non è mai divertente. bloccare il posteriore lo è per antonomasia.

Anonimo ha detto...

@cmcagliari: la fissa senza freni sul bagnato è sicuramente meglio che una bici con i freni, per il semplice motivo che previeni, riduci la velocità e non blocchi, nè davanti, nè dietro, semplicemente rallenti e eviti di bloccare. Con i freni, tendi a tirare la leva e rischi di cadere o di trovarti in derapata e se non sei capace t'addobbi. Nella stessa condizione con il solo freno davanti tiri la leva, ti si chiude il davati e t'addobbi.
Personalmente ho il freno davanti ma, specialmente con il bagnato me lo scordo e faccio tutto con le gambe. La stessa cosa che fai con la macchina sulla neve, non usi i freni, riduci la velocità, scali la marcia e lasci che sia il freno motore ad agire per te.
P.s. saltuariamente l'auto tocca usarla e come per la bici è meglio essere consapevoli di cosa si sta facendo.
M!!!

Lanerossi ha detto...

Eddai, Aldone, prima provi a bruciare i semafori e poi, memore della tua posizione sociale (sì, dai, sappiamo tutti che sei molto "guardato" in tema di fisse), fai il moralista "fermatevi al rosso" :D

Chissà se imparerò mai io a fermarmi di colpo così, sinceramente robe del genere non mi riescono...