mercoledì, luglio 16, 2008

Bici complete di serie


A guardare le bici dell'ultima alleycat è chiaro che ognuna è veramente speciale, non ce ne sono 2 uguali, a volte si notano per pezzi moderni e ipertecnologici, altre sono un'insieme di parti di recupero, ma tutte hanno forte personalità, ma le bici "già fatte"?
Sul mercato sono presenti alcune bici fisse complete prodotte da grandi fabbricanti, da Cinelli a Specialized passando per Cannondale, Kona, Giant, Trek, etc, sono valide?
Alcune considerazioni generali sulle bici complete per chi non è molto esperto del mercato di biciclette.
Prima di tutto una bici completa, qualunque tipo di bici completa, (fissa, da corsa, MTB) costa meno, molto meno, rispetto a comprare il solo telaio (ovviamente lo stesso dello stesso fabbricante) e montarlo con gli stessi pezzi comprati singolarmente in negozio; una bici comprata completa può costare 2/3 e anche meno rispetto alla soluzione telaio + componenti.
Questo perchè, ovviamente, i costruttori non comprano i pezzi singolarmente nel negozietto, ma hanno dei prezzi speciali cosidetti "di primo montaggio" addirittura più bassi di quelli che paga il normale negoziante, per cui le parti a loro costano una frazione di quello che le pagheremo noi.Oltretutto la politica di molti fabbricanti è guadagnare solo sul loro prodotto, ovvero sul telaio, e non sui componenti che vengono montati praticamente "a prezzo di costo".
In conclusione una bici completa può essere un ottimo affare anche se bisogna fare attenzione ai componenti "specchietto per le allodole", classico è l'esempio del cambio Shimano delle bici da supermercato che fa molto prodotto serio, ma anche sui marchi più noti e su prodotti costosi può capitare di trovare qualche sorpresina.
Riguardo le fisse per uso urbano, per la maggior parte hanno un montaggio "standard" che prevede l'opzione fisso e ruota libera sul mozzo posteriore, 2 freni (anteriore e posteriore) e rapporto 42-16.Questo montaggio comune a molti fabbricanti serve a fare un prodotto sicuro dal punto di vista assicurativo-legale (della serie: se ti fai male perchè giri senza freni, non è colpa mia, io te li avevo montati sulla bici) e che può andar bene per chiunque.
Poi ci sono bici da pista "vere" per utilizzo in velodromo che però sono montate con ruote per tubolari, rapporti durissimi, ovviamente senza freni ne opzioni di ruota libera e prezzo in genere piuttosto elevato.
Sicuramente le bici preconfezionate hanno meno fascino di quelle montate pezzo per pezzo, ma sono un'ottima soluzione tutto calcolato relativamente economica per chi vuole una bici nuova e ha difficoltà a reperire i singoli componenti, ma anche per chi non ha ben chiare le proprie esigenze e poi a cambiare componenti e dare "personalità" alla bici c'è sempre tempo.

25 commenti:

Anonimo ha detto...

A parte le pure da pista e la Langster della Specialized che a me non piace neanche un pò, quali sono le altre fisse urbane in circolazione? Cinelli forse? E poi?
Io ci ho messo dieci mesi buoni a procurarmi tutti i pezzi e montarmela da me, ed è tutta un'altra sensazione; però, anche trovare in negozio già pronta una bella fissa avrebbe i suoi vantaggi...
ciao Raffaele

Aldone ha detto...

Di sicuro in Italia si trovano Cinelli Mystic Rats, Kona Paddy Wagon e Specialized Langster e forse la Cannondale Capo, ma tutte le ditte hanno a catalogo delle fisse, basta solo che si decidano a distribuirle in Italia.

tuco ha detto...

approfitto di questo post per chiederti un parere...un aspirante fissato con limiti di spesa su cosa potrebbe orientarsi, secondo te? ho sentito parlare bene del telaio (ma non dei componenti)della bianchi pista steel, che viene via per 650-700€.
sarebbe una bici per iniziare, perchè temo che a montarla pezzo a pezzo prenda molto tempo e/o molto denaro...anche se è tutta un'altra cosa, come sensazione...tu cosa mi consiglieresti? grazie mille!

pepperoni ha detto...

la charge plug è forse una delle più valide opzioni off the peg in circolazione, non so se distribuite in italia ma davvero valide, sulle bici pista "pure" occhio alla garanzia, molti produttori non offrono garanzie se il telaio è usato in strada...purtroppo.

Aldone ha detto...

La Bianchi Pista Steel non mi risulta importata in Italia, però era disponibile l'anno scorso ... boh?
Attualmente quella che mi piace di più è la Cinelli Mystic di cui a breve vi faccio una bella recensione

Anonimo ha detto...

Ciao, in pista adesso vanno di moda le Dolan vedi: http://www.bikes-dolan.uk.com/ le usa Roberto Chiappa, Chris Hoy e Victoria Pendleton la nazionale UK, ne fanno anche delle versioni urban interessanti tutto compreso... al momento sono quelle con geometrie di telaio più interessanti è l'ARC che costa 1200sterline il telaio.

Ciao

Bicibikers.com

MarkoVox ha detto...

Io ho appena ordinato una 666 alla stazione delle biciclette di san donato. Premetto che nn sono un grande intenditore, però da quello che ho sentito e letto, la bici è montata con pezzi buoni, e con 700 euro l'ho presa
La cinelli è un'ottima marca, ho appena venduto la naked rats 2008 e sono possessore della bootleg wizard, la city bike Cinelli.
Però 800 euro per la cinelli mystic mi sembrano tanti, visto i pezzi che monta.

Aldone ha detto...

Il vantaggio principale delle bici "di serie" prodotte da grandi aziende è che si possono comprare con facilità nel "negozio sotto casa" che magari non sa nulla di fisse, ma le può ordinare, se bisogna rivolgersi all'estero o a negozi in altre città viene a perdersi tutto il vantaggio.
Col negozio "sotto casa" è molto facile poi riuscire a farsi fare un certo sconto, un 5%, ma anche un 10% è ormai d'obbligo in questo settore.
Circa la Stazione, visti i precedenti non posso fare altro che sconsigliarla vivamente visto il loro pessimo comportamento.

attila ha detto...

beh, se hai limiti di spesa intorno alle 700, non è che ci sia molta roba in giro... la bianchi pista x quel prezzo è veramente un furto, i componenti fanno letteralmente cagare a patire dai mozzi, pedaliera e altre cose.. la langster non è male..peccato che il movimento centrale sia bassissimo come su una bici da strada e se cerchi una bici da pista è proprio quello che NON vuoi!!!! ..di molto buono secondo me c'è la cinelli mystic rats,oltre ad essere esteticamente carina, ha anche una componentistica molto valida, a partire dai mozzi flip flop anodizzati miche e una pedaliera degna di essere chiamata così, hidden set e forcella in carbonio!! ..se non avete voglia di montarvi una bici da soli (cazzata xchè è mega-divertente!!) occhio a quello che comprate xchè in giro ce stanno una marea de cagate!!!! ..YO!!!

tuco ha detto...

@ attila: il mio problema non è tanto la voglia di montarmi la bici da solo: quella c'è eccome! è più che altro un problema di $$$ (e non perchè non voglio spenderli per la bici: xkè non posso :-)) )

@ aldone: quindi il tuo consiglio, stando intorno ai 700-750, è di comprare una bici già fatta, xkè è impossibile farsene una decente comprando i pezzi singolarmente? la cinelli mystic quanto costa, più o meno?

grazie mille!

Anonimo ha detto...

I mozzi della mystic non sono MICHE...magari lo fossero..l'avrei presa al volo

MarkoVox

Aldone ha detto...

A me risulta che le ruote della Mystic sono Miche Xpress con mozzo flip flop ovviamente Miche in edizione limitata per Cinelli anodizzati rossi.
Se vuoi fai un'ottima fissa anche con meno di 700 euro, solo bisogna sbattersi a trovare tutti i pezzi e soprattutto sapere cosa comprare.

Anonimo ha detto...

Ciao Aldone, per curiosità, perchè sconsigli la Stazione? Io mi sto facendo montare una bici (con un mio telaio, non 666), non ho ancora avuto un riscontro, poi vi dirò. Cosa ti è successo?

tuco ha detto...

ecco per dire, giusto per farmi un'idea...una fissa sotto i 700 euro: devo andare sull'usato o cercando bene si trova anche roba nuova economica?
un telaio decente, non su misura ma adatto a un 1,70, che non mi faccia sforare il budget, è possibile(a milano)?
ti riempio di domande perchè sono, come avarai capito, decisamente neofita, ma con tanta tanta voglia di fi..ssa!

Aldone ha detto...

Per stare sotto i 700 euro con tutto nuovo te la devi veramente giocare bene, ci stai magari mettendo qualche pezzo vecchio su un telaio nuovo, però devi sapere cosa vuoi esattamente e dove trovare i prezzi migliori; spesso per un neofita la cosa è molto difficile.
Altrimenti vale l'usato o la conversione di un telaio usato che costa meno, molto meno, ma ovviamente è ... usato.
Per la storia della Stazione è troppo lunga e c'è un vecchio post sull'argomento.

ATTILA ha detto...

x MarkoVox..
la mystic ha i mozzi anodizzati rossi flip flop miche come diceva anche aldone..e sono sicuro al 100% xchè l'ho vista + volte!!!

Anonimo ha detto...

Nel sito cinelli c'è scritto che i mozzi sono "cinelli Mystic"..poi non so

MarkoVox

Per quanto riguarda la stazione, ad Aldone hanno fatto un bello sgarro

Grande Aldone

Aldone ha detto...

Cinelli Mystic fatti da Miche

Visionimiopi ha detto...

Io per la mia prima fissa sono stato sotto i 400 euro
eppure so benissimo di aver sforato con il telaio.
Purtroppo da noi non c'è molta scelta su pezzi di recupero, il ciclismo è cosa recente.
Ho trovato un ottimo telaio in acciaio columbus SLX, un top di gamma degli anni 80/90,
In giro se ne trovano parecchi, io l'ho pagato 250 ma perchè era l'unico a Cosenza....
Il mozzo posteriore miche primato pista nuovo a 75 euro, aggiungi un 100 euro per farti un paio di ruote con un mozzo qualsiasi davanti,
Poi la guarnitura, se usi un movimento ad attacco quadro hai un'infinità di scelta sull'usato.
Un paio di copertoncini costano 20 euro.
Attacco, piega, reggisella e sella di recupero, ma anche nuovi si possono trovare a poco prezzo, basta non andare su pezzi esoterici.

Anonimo ha detto...

Io ho una Cinelli Mystic super soddisfatto grazie ad Aldone che me la consigliata appena è uscita,Grazie!!!!!Marco

Aldone ha detto...

x Visionimiopi, la tua è una conversione con materiale usato, molto bella specie perchè è il tuo primo lavoro e dove sei non avevi aiuti da nessuno, però non si puù paragonare una conversione con pezzi usati da 350-400 euro con una bici nuova da 700-800 euro, sono 2 prodotti completamente diversi.

Visionimiopi ha detto...

è vero, la componentistica è quasi tutta di recupero.
Però le ruote e il telaio sono nuovi
e come ho detto, sul telaio a mio parere ci ho speso troppo perchè, pur essendo il top di gamma venti anni fà, oggi è praticamente invendibile.
Se fossi stato in un posto con una maggiore concorrenza potevo spuntarlo a prezzi più bassi,
lo stesso su e-bay o altrove si può trovare sotto i 200 euro.
La componentistica,prendendo tutto nuovo ma stando accorti ,può portar via sui 300 euro.
Ecco allora una bici completa e nuova a 500 euro circa.
Ovviamente bisogna smenarsi un po, più si gira e più si risparmia.

ska ha detto...

a proposito di spender poco, parliamo di conversioni, ho letto che hai convertito una mtb, quindi con i forcellini scomodi per la "fissagione"... hai avuto dei problemi sul serio o cosa? perchè io vorrei fissar euna bici da corsa, di quelle vecchie... spendere al max 200€ e avere una bici abbastanza buona per girare in città (intendo cambiare il mozzo con un pista e il resto lasciarlo cosi com'è)... che dici?
aloah.

Aldone ha detto...

la MTB ha i forcellini leggermente inclinati che permettono un gioco di pochi millimetri, pacioccando un po' con corone e pignoni si riesce a tensionare la catena alla perfezione, se i forcellini sono perfettamente verticali la cosa è praticamente impossibile

Anonimo ha detto...

la MTB fissata da Aldone è sicuramente più nuova della mia che ha i forcellini rivolti si in avanti ma perfettamente orizzontali, il mio problema è solo il tubo per la sella ma ho quasi risolto...
e sono a 4, secondo me comunque le migliori da fissare e per girare in città sono le bici da donna, saranno meno aggressive ma vanno che è una meraviglia, non si tocca mai con i pedali, il manubrio è più in alto e non fi sbatte sugli specchietti, non saranno fighe ma da usare tutti i giorni sono il massimo per estetica ma hanno una funzionalità che qualsiasi altra se la scorda e alla prima alley a Roma vinco usandone una nera...
M!!!