martedì, febbraio 26, 2008

La Stazione dell'irriconoscenza


Questo post è per tutti quelli che pensano che in questo ambiente siamo tutti amici e ci vogliamo un gran bene.
Qualche tempo fa mi contatta via mail un ragazzo brasiliano innamorato della Cinelli Vigorelli, fra un mesetto verrà in Italia in vacanza e vuole sapere dove comprare un telaio e i pezzi per montarlo.
Stupidamente lo dirigo verso la Stazione delle Biciclette di San Donato, dove sicuramente saranno in grado di vendergli tutto ciò di cui ha bisogno.L'altro giorno mi arriva una mail con foto allegata del Vigorelli montato con tanti ringraziamenti da parte dell'amico brasiliano.
Sono felice della mail, ma al contempo rimango molto deluso dall'assoluta e totale mancanza di riconoscenza da parte della Stazione.
Cazzo, ti ho fatto vendere un telaio da 620 euro, comprensivo di guarnitura da pista e mozzo per un totale di 800 euro abbondanti, quindi almeno 250 euro di guadagno pulito, che ti sei messo in tasca grazie a me e non spendi 20 secondi per dirmi grazie.
A questo si aggiungono i molti ciclisti che da quando esiste il blog ho purtroppo indirizzato verso la Stazione.
La mia mail di richiesta di spiegazioni ha prodotto prima un "siamo sempre indaffarati" e poi direttamente degli insulti.
Morale, mi sono un po' stufato di far guadagnare persone che non si sprecano neppure per un grazie e quando glielo fai notare si incazzano pure per cui fatemi la cortesia di non parlarmi più della Stazione.

Grazie.

25 commenti:

theoriginalbadboy ha detto...

Noto al secondo accesso giornaliero al tuo blog che hai tolto il post della Mi-To. Significa che non hai intenzione di aspettare all'arrivo i ragazzi?

Aldone ha detto...

Calcolato che nessuno si è degnato di chiedermi se la data mi poteva stare bene, nessuno mi ha coinvolto nell'organizzazione, ho saputo della cosa su ciclistica e nessuno ha risposto alla mia mail in cui chiedevo info sui tempi di arrivo, direi proprio di no.

ett ha detto...

Aldone, alla Stazione non ci sono mai stato e mi dispiace che non ti abbiano contattato per la Mi To. Io il tuo blog lo leggo sempre, attendo sempre nuove info e link per cose interessanti. Sei anche uno sprone per il mio blog. Non te la prendere, spero che il nostro sostengno ti permetta di non considerare la irriconoscenza di altri.
Ho un ciclomeccanico che mi ascolta e sopporta. Ho provato a chiedere, in un altro negozio, la chiave per sostituire i pedali che si erano rotti (comprati da lui) e mi ha indirizzato dalla ferramenta difronte.

Umberto AKA EssErrE ha detto...

aldone ma cosa ti stanno facendo???
non solo la stazione.. ma tutto il panorama fisso italiano deve a te nn molto ma quasi la totalità della sua diffusione/successo.... io credo in te che ancora predichi la fissa come una passione da condividere e no come un nuovo mezzo da business (economico e d'immagine che sia)

sn con te umberto

Ale ha detto...

Per quel poco che ho visto, il movimento rotafissaro e cliclourbano in genere, è tutto tranne che un ambiente dove regna l'amicizia.
La litigiosità è tipica credo degli ambienti di nicchia, dove, invece di condividere e riconoscersi, si bisticcia per chi è più di nicchia degli altri.

Pepperoni ha detto...

fregatene, e continua a pedalare.

e postare..

Oirad ha detto...

Quello che pepperoni ha detto + 1

-- Oirad

It's not about the bike; it's about the ride!

Anonimo ha detto...

Non ti ci avvelenare, considera la riconoscenza del tuo amico brasiliano.
Ho imparato che ci si deve aspettare nulla da nessuno e che il bello della disponibilità individuale è legata non tanto alla riconoscenza quanto al nostro stato d'animo.
In ogni caso grazie per la tua voglia di divulgare passione vera e palpabile.
53/13 per te, tra i pochi a poterlo spingere (almeno a livello intellettuale).
MICHELANGELO!!!

davmo ha detto...

fregatene, e continua a pedalare.

e postare..



...quoto pepperoni anch'io!!!
Dai aldone non ti abbattere, anche se in effetti alla stazione delle bici devo dire che l'unica volta che ci sono stato, non mi hanno cagato per nulla...credevo di entrare in un posto magico, dove mi introducessero per mano in un mondo nuovo per me ma invece...zero!
Pochi consigli (su cosa comprare lì da loro, tra l'altro) e pochissima disponibilità!

saluti
davmo

Oirad ha detto...

Michelangelo scrive: "53/13 per te, tra i pochi a poterlo spingere (almeno a livello intellettuale)."

D'accordo! Ma devo dire che mi fa male la testa solo a pensare che qualcuno spinga un rapportone del genere (anche intellettualmente)!

Insert smile emoticon here: _____

-- Oirad

Anonimo ha detto...

Ciao Aldone,
se oggi sfilo avanti indietro per torino con una fantastica fissa non è certo per merito dei negozianti, ma solo per la passione di una persona che con tanta pazienza e voglia di condividere mi ha permesso di entrare in questo fantastico mondo. Beh se in questo momento sei un po' giù consolati sapendo che ci sono dei fixati che grazie al tuo blog e alla tua voglia di fare adesso condividono una passione in più. Per questo il mio è un grazie che vale due volte, una per me è una per la stazione :)

Vincenzo

Anonimo ha detto...

Aldo ciao,

credo sia quanto meno doveroso da parte tua pubblicare la replica della Stazione delle Biciclette.

Senza contraddittorio non c'e'..come si dice? democrazia

Cmq a chi fosse interessato leggerla, la può trovare qui

http://www.ciclistica.it/archives/015888.html

salut, coda

Anonimo ha detto...

Ciao aldone,
leggo il tuo blog da poco e mi dispiace apprendere quello che ti è successo.
quoto quanto a detto

-Pepperoni
"fregatene, e continua a pedalare.
e postare."

ciao
Riccardo

Francesco ha detto...

Continua cosi Aldone stai facendo nascere una moda..... pensa che a trofarello se ne sono accorti e questa sera in vetrina da dotta ho visto una specy fissa!!
X me il merito è tuo.
Bandit2

Anonimo ha detto...

cazzo come ti senti importante aldone! davvero complimenti per il tempo che impieghi a spingere la fissa.... ma non sei certo il primo e nemmeno l'ultimo... fatti più pippe davanti a quel monitor e meno seghe...mentali... aldous

ps la gratitudine si merita, non si cerca.

Anonimo ha detto...

caro aldone, mi sorge un dubbio...
quelli della stazione lo sapevano che il brasiliano l'hai mandato tu?

e poi, se una cosa la si fa per passione, come fai tu con questo blog, perche' ti aspetti qualcosa in cambio? i consigli si danno gratis, in tutti i sensi.
non so, mi sembra che te la stai prendendo un po' troppo per un fatto che non sussiste...

buone pedalate
Andrea

Anonimo ha detto...

vedo con piacere che si preferisce sentire una campana invece che capire meglio come stanno le cose :-)

bellali, è un mondo (di sordi) fantastico

avanti cosi!!

coda

Aldone ha detto...

Andrea, lo sapevano benissimo, anche perchè avevo fatto loro un forward della mail del brasiliano, per cui quando menthos ha detto di cadere dal pero ho capito che era un discorso perso in partenza.

Coda, ho messo il link della discussione su ciclistica, se qualcuno ha voglia di scrivere insulti può farlo li, a me gli insulti e le parolacce danno fastidio per cui non li uso nei miei post e non accetto commenti che li contengano.

Anonimo ha detto...

ah certo, è per le "parolacce"
vabbe' vabbe'

:-))))

Aldone ha detto...

Mi avete un po' rotto.

A tutti quelli che mi danno del viscido mafioso, invito ad aprire gli occhietti e a guardarsi un po' intorno: la cupola mafiosa cercatela altrove, vi dò un indizio: è un gruppetto che si è eletto a casta superiore del ciclismo e si sente autorizzato a bocciare ogni singola iniziativa che non abbia precedentemente avuto la loro approvazione e benestare.
Chiaro che chi osa attaccarli o semplicemente dar loro fastidio deve essere colpito duramente.
Sono molto felice di avere dichiarato ufficialmente la mia non appartenenza a codesto simpatico gruppetto.

Ale ha detto...

Aldo ha ragione... sui blog dal "background giallognoli" si divertono solo ad attaccare ed offendere, se la pensi un minimo differente vieni attaccato da tutte le parti e... l'educazione ne resta uun lontanissimo ricordo.
Ho postato là un paio di volte, e resteranno le uniche. Anche io "dichiarato ufficialmente la mia non appartenenza a codesto simpatico gruppetto"

Anonimo ha detto...

posso dire solo una cosa....
per me la tristezza infinita...
tu che posti sul tuo blog una cosa contro un negozio solo perche' non ti hanno ringraziato di un o piu clienti che gli hai mandato.....
una cosa ho imparato mai fare delle cose per aspettarsi qualcosa....se vuoi qualcosa chiedilo....senti marcello e soci visto che vi ho mandato un po di clienti che dite di venirmi in contro....anche se secondo me non ha molto senso..
....anche perche' loro comunque sono dei grandi....per me non puoi chiamarli commercianti..anche se lo sono ovviamente.
..hanno un modo di lavorare che stimo e apprezzo...non diventeranno mai ricchi...hahahh.....anche se lo auguro di tutto cuore....
hai voglia di fare il tuo blog nessuno te lo nega.....ma tutti sappiamo da dove arrivi....
e mi sembra assurdo che ti metti a postare una cosa del genere contro la stazione delle biciclette solo perche' non ti hanno ringraziato di 200 euri guadagnati....quando di quei duecento andiamo a vedere l effettivo guadagno....e poi anche se fossero mille....tu credi che sia uun ottimo posto dove andare e lo consogli non per avere qualcosa in cambio....
epoi la storia che non ti hanno avvisato se ti andava bene l arrivo quel giorno a torino...che senso ha....se io quando organizzo qualcosa devo stare a vedere chi puo e chi no siamo a posto.....
bho secondo me dovresti ritirare questa tua polemica....
mi ha fatto veramente tristezza cio' che ho letto qua.....sul serio
mi spiace un sacco

camilla

Anonimo ha detto...

A quale sito ti riferisci con l'epiteto "background giallognoli"?(Se è quello che penso io hai ragione)

Aldone ha detto...

Cami

Infatti, evidentemente ho sbagliato io, non avrei MAI dovuto consigliare la Stazione; dite tutti che sono fantestici, io personalmente non mi sono mai trovato bene, ho sempre comprato poco perchè non avevano quasi mai quello che cercavo e a prezzi tutto sommato alti.
Se potessi manderei tutti a comprare al King Kog di New York, ma putroppo è un po' lontanuccio, cazzo Gina mi ha portato un'arrospok fino a Milano e me l'ha fatta pagare quello che l'avrei pagata se fossi andato io di persona nel suo negozio, la stessa ruota a Londra costa il doppio! E' stata semplicemente fantastica nei miei confronti.
Tutte le volte che ho proposto alla Stazione delle collaborazioni, nello specifico di ordinare delle quantità di pezzi da rivendere a Torino sono sempre stato trattato con sufficenza, della serie "ma questo tipo cosa vuole?".
Infatti, anche ora sono diventato "uno che ha un blog", cazzo ci conosciamo da 2 anni!
Evidentemente ho sbagliato io a pensare troppo bene di alcune persone ...

Danx ha detto...

Se hai dato un consiglio al tuo amico su dove andare senza dire al negoziante (ciao, ti mando un mio amico, trattalo bene :)), secondo me non dovresti adirarti.
Pensa semplicemente al favore che hai fatto il tuo amico, lui sì che avrà tutti i motivi per esserti riconoscente.