lunedì, gennaio 07, 2008

Senzafreni: Considerazioni Importanti

Mi pare che ci sia un po' di confusione sulla guida della fissa senza freni ed ho quindi deciso, sulla base della mia esperienza, di scrivere una serie di lezioncine iniziando con alcune importanti considerazioni che è necessario tener presente se si decide di girare "brakeless".

- Una fissa NON deve essere per forza senza freni, solo in velodromo per regolamento non può averli, anzi il codice della strada prevede che le biciclette debbano essere dotate di sistemi frenanti su entrambe le ruote (per la cronaca la mia prima fissa aveva entrambe i freni).
- Dal momento che la bici non risponde a ciò che chiede il codice della strada vi possono multare; in realtà siamo in Italia e la quasi totalità delle bici in circolazione non risponde ai requisiti di legge che prevedono: 2 freni, 6 rifrangenti (davanti, dietro sulle ruote e sui pedali), campanello e, di notte, luci davanti e dietro.
- Potete frenare solo con la ruota posteriore, senza dilungarmi su discorsi di fisica e meccanica, sappiate che dei due freni (anteriore e posteriore) quello più efficace per fermarsi è quello anteriore, non a caso nelle moto e nelle bici da discesa davanti c'è un freno a disco più potente (rispettivamente doppio disco o di diametro maggiore).
Non avere il freno anteriore significa rinunciare totalmente alla possibilità di "inchiodare" e allungare di conseguenza gli spazi di frenata.
- Avere un freno solo sulla ruota posteriore, invece di due come su una normale bicicletta significa che se qualcosa si rompe (catena o filetto del mozzo) si rimane assolutamente senza alcuna sorta di dispositivo frenante .. e son cazzi.
- Girare senza i freni è più faticoso perchè le gambe oltre a spingere le bicicletta in avanti devono anche "girare all'indietro" e per i muscoli è un lavoraccio; inoltre se la muscolatura non è oppurtunamente condizionata bloccare continuamente la posteriore può danneggiare i legamenti del ginocchio.

In definitiva girare senza freni è una scelta che deve essere ragionata e presa con estrema consapevolezza.

14 commenti:

drago ha detto...

tutto ineccepibile.
ora pero' non puo' mancare anche un post sui PRO del non avere i freni

Aldone ha detto...

infatti questa è la prima di una serie di lezioncine, non mancherà ovviamente una spiegazione sui vantaggi della cosa.

Charles ha detto...

Era esattamente quello che volevo sapere! Perchè una fissa, magari con freno e non una da corsa con rapporti etc. Sono tentato dal farmi una fissa, per avere una bici veloce e leggera con cui andare al lavoro, ma anche in centro città o solo per il gusto di farci km.. ma perchè non una bici da corsa tradizionale?? Oltre al fatto di essere "diverso"???

Anonimo ha detto...

Hai ragione Aldone, per esempio io ho tolto il freno anteriore durante la pausa natalizia perchè ho cambiato telaio e perchè in provincia si può fare..ma dopo due giorni passati tra skid, ed equilibrismi vari mi è venuta la tendinite all'avambracciodestro!! quindi in barba agli inestetismi rimetterò il freno!
Ma sarà anche perchè ho cambiato manubrio passando da dritto/tagliato alla curva?

Frank

Aldone ha detto...

Charles, la fissa in città è meglio di una ruota libera perchè hai un controllo superiore del mezzo (con o senza freni).

Anonimo, l'ultimo motivo per cui uno dovrebbe girare senza freni è l'estetica, se ti senti più a tuo agio col freno, tienilo.

Scopo delle "lezioncine" sul senzafreni è spiegare come funziona la cosa, con i suoi vantaggi e svantaggi, poi ognuno è libero di fare la sua scelta.

fausto ha detto...

Ciao,leggo sempre il blog, non ho mai pedalato su una fissa, vado per Roma su una bici da corsa monorapporto (mi piace di più rispetto al termine singlespeed) e non voglio fare polemiche o critiche, ma non capisco come si possa dire che con la fissa si ha un controllo superiore del mezzo (sempre dal basso della mia non conoscenza di tale bici).Con una fissa si hanno sicuramente maggiori difficoltà nel frenare e nel ripartire, o comunque è richiesta maggiore abilità, e credo che questo intrinsecamente significhi un minore controllo del mezzo.un saluto e complimenti.
Mastro

Aldone ha detto...

Fausto, se non hai mai pedalato su una fissa come puoi dire che hai un minore controllo rispetto a una ruota libera (monorapporto o no)?
Dopo un brevissimo periodo di adattamento in cui effettivamente può risultare più scomoda, con la fissa hai un controllo superiore, non fosse altro che riesci a fare surplace ai semafori con una facilità imbarazzante se paragonata ad una libera.

balerio ha detto...

è da circa un mese che ho assemblato la mia prima fissa senza freni e faccio fatica ad prendere confidenza col mezzo. sarà che ho scelto un rapporto troppo duro per iniziare (42-14) e poi nel traffico mi sento impacciatissimo, spece nelle ripartenze nel cercare la gabbietta, inoltre tra macchine e marciapiede, specie nelle code ai semafori, è impossibile passare perché il pedale toccherebbe, al contrario di una bici a ruota libera con cui passo senza problemi. ora voglio provare ad installare il freno anteriore e vedere come mi trovo, dopodiché se la cosa non avrà dato esiti positivi credo proprio di comprare un bel mozzo flip flop, montarci la monomarcia libera e togliermi lo sfizio del movimento fisso una volta ogni tanto.

Aldone ha detto...

Balerio, secondo me stai usando la fissa nel modo sbagliato, per esperienza tra un auto e il marciapiede ci passi praticamente sempre, una volta che hai preso le misure è quasi impossibile toccare il marciapiede col pedale, ai semafori, secono me ura la fissa come fosse una libera, ovvero arrivi, ti fermi e metti il piede a terra, dopodichè, un po' per il rapparto troppo duro, un po' per le gabbiette non riesci a ripartire.
Su una fissa il piede a terra NON lo devi mai mettere, arrivi piano piano al semaforo rallentando aspettando il verde, se non arriva, vai in surplace.
Prova a mettere un pignone da 16, vedrai che va meglio.

balerio ha detto...

il pignone da 16 poi non l'ho messo, però a causa di un guasto abbastanza serio sulla mtb mi sono trovato costretto ad usare il mezzo a ruota fissa per andare al lavoro. sono riuscito ad arrivare a destinazione senza toccare mai con i piedi a terra. il tutto mi sta appassionando, vedremo se col pignone da 16 scatterà la scintilla definitiva. l'unica nota negativa rimane la velocità moderata ma alla fine è anche un piacere muoversi con lo sforzo minimo impegando comunque meno del mezzo pubblico.

Alberto ha detto...

Ciao, mi chiamo alberto, mi sono appena letto tutto d'un fiato tutti i post sul brake less...ma non sono riuscito ancora a capire una cosa: posto tutto quello che dici, in particolare in questo post che sto commentando, PERCHE' togliere i freni?
Proprio non capisco quale sia il vantaggio!
Me lo potresti spiegare (o qualcuno lo potrebbe fare)?
Grazie.

Aldone ha detto...

http://bicifissa.blogspot.com/2008/01/senzafreni-perch.html

e perchè finchè hai i freni non capisci veramente cos'è la fissa (provato personalmente)

Alberto ha detto...

Aldone l'avevo letto quel post ma tutto quello che in esso è scritto non riesce a non farmi pensare ad una cosa: si può fare tutto anche CON i freni. Perchè il pedalare più fluidamente o l'usare il manubrio senza la costrizione delle leve è soltanto un limite mentale. I freni ci sono ma non sei obbligato ad usarli. Ma quando non li hai proprio non puoi scegliere l'alternativa. Leggevo pure che si raccontava del fatto che in brakeless si evitano incidenti che coi freni accadrebbero perchè avendoli non si pensa ad evitare gli ostacoli ma soltanto a fermarsi...anche questo è un evidente limite mentale. Lo slide sulla ruota dietro puoi farlo anche usando il freno posteriore ed è una pratica comunissima in mountain bike. Il non fermarsi ai semafori, il procedere in maniera meno sincopata è un qualcosa che lo si può fare benissimo anche coi freni. Ad esempio: i ciclisti professionisti, nelle tappe di pianura usano i freni. Perchè mai? Certamente loro non devono fermarsi e in una tappa lineare, da volata per capirsi, non li devono usare. Potrebbero frenare con le tecniche illustrate in queste pagine. Tanto più che i freni pesano ed in volata potrebbero pure rappresentare un periocolo. Perchè li usano allora? Li usano addirittura nelle crono!
Mi spiace ma il iink che mi hai girato non mi convince affatto!
In pista le bici sono senza freni proprio perchè potrebbero costituire un pericolo. In strada questo pericolo non esiste.
L'impressione è che si tratti soltanto di moda.

Aldone ha detto...

Se hai i freni sulla bici li usi, se li usi non puoi capire cosa può realmente fare una fissa nel traffico, provare per credere