giovedì, agosto 10, 2006

Test Borse da Messenger


Il simbolo del Bike Messenger è sicuramente la tipica e caratteristica borsa a tracolla; il vantaggio rispetto ad un più comodo e stabile zaino è la possibilità di accedere al contenuto senza dover togliere la borsa stessa dalla spalla.
In Italia reperire le borse è piuttosto difficile, si trovano solo le Timbuk2 a Milano; l'alternativa è la possibilità di acquisto in internet.
Per aiutare nella scelta della borsa "ideale" sullo splendito sito Fixed Gear Gallery hanno pubblicato un test di 10 tra le più diffuse borse da messenger.
http://www.fixedgeargallery.com/reviews/messengerbags/

1 commento:

Luca ha detto...

Io i primi mesi da corriere lavoravo con lo zainetto, con la radio legata alla spallina e ad ogni consegna levarsi e rimettersi lo zaino era davvero una palla e poi il caricamento di uno zaino è abbastanza limitante rispetto alla follia di oggetti e cose che ti possono far consegnare. Con la Timbuk2 (comprata online con i colori che ho scelto io dato che poi all'epoca in Italia non ce ne erano di rivendtori) è stata un'altra musica con la taglia L carico di tutto al limite allungo lechiusure che normalmente non uso dato che il velcro lavora bene e con la pioggia (quella forte forte) no problem