lunedì, agosto 02, 2010

Terrorismo


"Bollino nero" e "nuovo codice della strada" erano le parole che contraddistingevano l'esodo e controesodo dello scorso weekend, nessuno sano di mente, dopo aver letto un qualunque giornale o visto un TG si sarebbe messo in viaggio in auto.
Io, settimana scorsa, ero in vacanza con tutta la famiglia in riviera romagnola, sabato dovevamo rientrare, abbiamo pranzato tranquillamente e siamo partiti, all'ora che ci era più comoda, strasbattendocene delle partenza cosidette intelligenti, alla partenza il navigatore segnava le 17:50 come ora di arrivo, dopo 3 ore di viaggio ci siamo fermati per una pausa ed il navigatore segnava le 17:46, si, c'era traffico, c'erano un sacco di auto in strada, ma ci abbiamo messo il tempo che ci avremmo messo in qualunque altro periodo dell'anno, e nella direzione opposta non si è visto nessun particolare rallentamento od intoppo.
Nello stesso quotidiano in cui si terrorizzavano i vacanzieri c'era una recensione del libro di Bikesnob, che si concludeva col solito "da noi ci vorrebbero le ciclabili".
Ora, Bikesnob non è di Copenhagen o Amsterdam, vive a New York, di certo non uno dei posti migliori al mondo dove usare la bici, se la usa lui non vedo perchè non la si dovrebbe usare in Italia, equindi basta con questa cosa dichiarata o sottointesa che le bici in strada non si possono usare perchè troppo pericolose e solo su una ciclabile si può stare sicuri, la magior parte della gente che conosco che, in bici, è stata investita da un auto era su una ciclabile.
All'italiano medio piace essere terrorizzato, così ha una scusa per non fare un cazzo, si vedono surfisti su ogni pubblicità e poi quando c'è il mare un po' mosso tutti ad impedire ai propri figli di andare in acqua, le bici son fighe però meglio non usarle in città, è troppo pericoloso.
Vivere è pericoloso, c'è il rischio di morire.

3 commenti:

Dannox ha detto...

Ciclabili..ricordo che qualche mese fa in un sol giorno rischiai di farmi mettere sotto 2 volte da auto che entravano e uscivano dai cortili.
Inutile dire che le evito come la peste, e poi le bici su strada ci possono e ci devono andare, mica è solo delle magghene!!

Phabio ha detto...

YEEEEEEEEEEEE!
Riprendiamocele ste cazzo di strade!
Il Codice Stradale è fatto per le auto.
Prima delle auto non c'era.
Le strade sono di tutti: la ciclabile è un palliativo.

luca ha detto...

Sottoscrivo pienamente! Rotazioni.