lunedì, agosto 30, 2010

Alcune dritte sulle conversioni


Una conversione è sicuramente il sistema più economico per avvicinarsi alla fissa; in breve si tratta di trovare una vecchai bici da corsa in acciaio, togliere quello che non serve, cambi, pignoni, etc. e renderla fissa.
Più o meno tutto quello che serve sapere è già stato analizzato in passato, ma ho pensato di mettere giù qualche consiglio utile su come muoversi.
- Meglio partire da una bici completa, ad assemblare un vecchio telaio dovendo comprare TUTTO si rischia di spendere molto più del previsto.
- La conversione ha particolarmente senso partendo da una base a costo minimo, pagare una bici da corsa 400 euro per convertirla in fissa ha, in generale, poco senso.
- I forcellini devono essere più o meno orizzontali, altrimenti per tensionare la catena serve un mozzo eccentrico che costa.
- Una vecchia ruota da corsa col mozzo filettato può montare un pignone fisso, è necessario rispaziarla e ricampanarla per ottenere una linea di catena accettabile (per ulteriori info: http://www.63xc.com/dennb/redish.htm)
- Se non usate un mozzo da pista tenete montati i freni.
- Una guarnitura doppia e tripla può diventare singola, servono delle viti più corte o più banalmente delle rondelle da mettere al posto della corona tolta, sono perfette le rondelle in ottone da mettere sui cardini delle porte che si trovano ovunque a pochi centesimi.
- Conviene su una guarnitura doppia tenere la corona interna e su una tripla quella di mezzo per ottenere una linea catena decente di circa 42mm adatta ad un mozzo pista.
- Un telaio da corsa ha una distanza tra i forcellini di 130mm, un pista 120, di norma i mozzi pista imbullonati hanno un asse abbastanza lungo da permettere il montaggio di 2 rondelle larghe 5mm per parte.
- Un telaio in acciaio è morbido per cui si può stringere o allargare il carro posteriore di qualche mm senza rischiare danni per adattarlo al mozzo, senza esagerare.
- Evitate di comprare cose a caso, specie in internet, se non sapete esattamente cosa volete e i vari standards in circolazione, peggio ancora se non avete ancora sottomano una bici come base di partenza, rischiate di accumulare componenti che non vi serviranno e/o incompatibili tra di loro.
- Ponetevi ad un budget, altrimenti potreste alla fine rendervi che con la stessa cifra si poteva comprare una bici completa decisamente migliore.
- Montare una bici non è difficile, ma se non avete la minima idea di come farlo potreste finire per incasinarvi la vita e danneggiare telaio e componenti.
- Il sistema migliore di recuperate utili componenti è rovistare nel ciarpame nel retrobottega di un vecchio negozio di bici, peccato che ben pochi negozianti sono disposti a lasciarvelo fare.

10 commenti:

Stefano ha detto...

http://www.fixkin.it/joomla/montaggio-lock.html esempio di come convertire un mozzo 6 velocita' in mozzo a scatto fisso senza dover ricampanare la ruota

MIND CHA ha detto...

quando fai sti post, dimostri di essere un numero uno! rispettoso dei piccoli, master and commander per i più grossi!

Luca ha detto...

Ciao Aldone.
Inmerito ai forcellino da 130 dei telai da corsa avevo una domanda da porti.
Stringendo la ruota, un telaio in alluminio è più facile che si pighi o si rompe??
E non è possibile cambiare l'asse del mozzo? Mettendone uno più lungo e due rondelle come dici tu??? E' un lavoro che richiedi attrezzi particolari o è fattibile?
Thanks a lot

Aldone ha detto...

un telaio in alluminio non è flessibile come un acciaio, anzi non è flessibile per niente per cui vuole un mozzo giusto, l'asse si cambia, non è difficile, ma normalmente le rondelle ci stanno senza cambiare nulla

Luca ha detto...

ciao Aldone..ho verificato, ma la ruota che voglio usare (per fare la prima fissa a mio fratello) ha spaziatura per telaio da 120 e l'asse giusto al pelo...nel telaio da 130 i forcellini si aggancerebbero sulle molle dello sgancio rapido. Quindi ne approfitterei per cambiare l'asse con uno più lungo, possibilmente per i bulloni normali.
Quindi devo smontare l'asse. Ho provato a guardare online sui vari manuali, ma non ho trovato nulla di utile...hai qualche dritta da darmi prima che mi cimenti questo fine settimana???
grazie ancora!

Aldone ha detto...

dipende dal mozzo, se è vecchio non è difficile, basta svitare tutto quello che si svita, occhio solo a non perdere tutte le sfere!

farro ha detto...

ho una mountain bike del decathlon, pesantissima.

ma funziona e le sono affezionato.

tuttavia sto considerando alcune cose. Una è quella di convertirla, chissà poi perché.

Ha senso? Quando tutti convertono bici da corsa?

Lo farei perché mi diverte l'idea di pedalare all'indietro. E perché mi piace da MATTI andare senza mani e così potrei rallentare senza andare verso il manubrio.
Credo.

Un'alternativa che sto considerando è il freno a pedale ma mi sa che è molto più sbatti.

:)

teocomi ha detto...

Ciao, perchè dici di tenere i freni se non si usa un mozzo da pista..?
Grazie!

bitume ha detto...

ma dove le trovo le rondelle? e come le monto? basta che le metto sul perno tra mozzo e carro e ppoi avvito tutto?

Aldone ha detto...

ferramenta?