mercoledì, agosto 18, 2010

Ancora sui freni


Mi sembra che ci sia molta confusione sul fatto di andare su una bici a ruota fissa senza freni, chi dice che la fissa va usata senza freni per coerenza, estetica, perchè fa figo, perchè è più divertente, chi invece ritiene pazzia non montarne almeno uno, chi vorrebbe girare senza, ma non si fida, etc.
Tanto per incominciare già il termine "senza freni" non è corretto, il freno c'è, è la ruota fissa, la bici manca di freni meccanici comandati da leve, ma non è che sia preclusa ogni possibilità di fermarsi.
Ci si ferma eccome, MA:
- bisogna montare un qualche sistema che tenga i piedi attaccati ai pedali
- bisogna essere capaci
detto ciò, visto che si può agire solo sulla ruota posteriore, ovviamente gli spazi di frenata sono più lunghi rispetto ad una bici che può frenare entrambe le ruote, ma, se lo spazio di frenata fosse l'unico parametro da tenere in considerazione, allora dovremmo montare tutti una bella coppia di freni idraulici da DH su tutte le bici e rottamare tutti i vari frenini a pattino, spesso mal regolati o con leve sbagliate (da MTB per Vbrake che tirano caliper da corsa) o utilizzati su ruote prive di pista frenante.
Il mio consiglio se siete alla prima esperienza in fissa è montare il freno anteriore, anche tutti e due, ma per favore non rompete se gente, che va in giro in fissa da anni, gira senza leve meccaniche, perchè NON è pericoloso, basta essere capaci.

3 commenti:

Vincenzo ha detto...

ed usare la testa...io giro brakeless
Enzino

Skyfies ha detto...

vorrei ricordare che una bici senza freni (con le leve sul manubrio) secondo il codice della strada,non è a norma. in caso di fissa è di regola montare il freno anteriore di sicuro, mentre non so se per quello posteriore la legge si "accontenti" del fisso.

all' estero ne sequestrano a tonnellate per questo motivo

poi che uno sia bravo o meno buon per lui

Jacopo Saraceni ha detto...

anche il freno motore di un'automobile se usato bene porta allo stop, però è innegabile che, posti di fronte ad una situazione di emergenza, magari causata da altri, quei metri in più ti possono costare la vita. vale la pena? e per cosa?