giovedì, settembre 24, 2009

EICMA report parte 3


Tanti quelli che han fatto le fisse tanto per farle ... e alcuni le han fatte veramente male.
Molte le bici montate con mozzi flip-flop fisso libero col solo freno davanti e nessuna possibilità di montare il posteriore.
Ora, molti fissati girano senza freni, e va bene, molti si montano bici anche a ruota libera con un solo freno, e va bene, MA una bici in Italia deve essere venduta con 2 freni, punto, lo dice la legge, possiamo chiudere un occhio la la bici in questione è una fissa dichiaratamente solo da pista, coi tubolari e tutto, da usare solo ed esclusivamente in velodromo, nessun problema se è un telaio che poi ci si può montare come vuole con o senza freni, ma se è una bicina da passeggio completa con la ruota libera deve avere 2 freni, altrimenti chi la vende è fuorilegge, punto, e di personaggi di questo tipo alla fiera ce n'era più d'uno.
Non sto ad elencarli tutti, ma il numero uno è Rossin, non so cosa mi ha trattenuto dal non insultarli; avevano due fisse anche se esposte in più colori, una a ruote strette col manubrio da pista e una coi gommoni larghi da cruiser col manubrio da cronometro (?), un solo freno, caliper sulla prima, cantilever sulla seconda, nessuna possibilità di metterne un secondo dietro, ma soprattutto un bel mozzo flip-flop con lo SGANCIO RAPIDO su forcellini orizzontali!
Lo sgancio rapido non va bene sulla fissa perchè non si riesce a chiudere con forza come su un asse imbullonato, nessun problema con forcellini verticali e la ruota libera, ma con le forze in gioco sul fisso, skiddando e contropedalando il mozzo può prendere gioco e magari cade la catena e magari il tipo che pedala ha tolto il freno davanti per fare il figo, così si stampa e tanti saluti.
Il quick release può anche andare bene su una conversione autocostruita al risparmio, ma su una bici di serie non lo accetto, è da criminali.

6 commenti:

Lucio ha detto...

Il bello è che Rossin non è l'unica ad aver composto un abominio del genere.
Cerca fixed bike e divertiti.
Magari addirittura rossin le ha copiate da loro.
Povera Italia...

Matthias [aka cerrotorre] ha detto...

Assolutamente d'accordo con te.

Paolo Cremaschi ha detto...

Nulla da eccepire.

Piè ha detto...

Anche io sono stato in fiera e ho notato che ormai ogni company ha a catalogo una fissa.
Qualcuno si è sbattuto e ha cercato di produrre bici complete belle a prezzi contenuti (in media sui 500/700€). Ma proprio non riesco a capire come mai aziende importanti abbiano assemblato fisse risparmiando al massimo sui materiali.
...e come se la Rolls Royce si mettesse a produrre una macchina più economica della panda...bho

giuseppe ha detto...

V D F...Very Dangerouses Fixation....e non dico fisse, dal momento in cui,in questi casi, l'unica "fissa" e'quella di arricchirsi,anche a costo di immettere sul mercato pericolosi ibridi...avida illegale mentalita'

Luca ha detto...

Intanto molti complimenti per il tuo blog che seguo con interesse. Un commentino giusto per dire che la Rossin Marathon che ho visto ieri in vetrina non ha lo sgancio rapido e che ha due freni (cantilever) come richiede la legge.
Poi che sia bella o brutta la questione è molto personale, a me per esempio gli ibridi piacciono e il concetto di una bici con telaio da mountain bike e ballon tyres non mi dispiace (viste anche le condizioni pietose delle strade di Roma), poi nessuno vieta di cambiare le coperture con qualcosa di diverso.