lunedì, agosto 04, 2008

Un telaio per Stefy ovvero la scelta del telaio


Mia moglie, finalmente, mi ha chiesto di farle una fissa, da un po' mi guardavo intorno per trovare un telaio da corsa della sua misura da convertire, ma non è facile trovare un 50cm in buone condizioni a prezzo onesto, per cui alla fine ho deciso di andare sul nuovo.
Attualmente Stefy usa una bici tipo olandesina monovelocità a ruota libera con cui si trova piuttosto bene non fosse che pesa una tonnellata, da qui la necessità di una una bici leggera e veloce.
Se la leggerezza è un parametro fondamentale, la soluzione migliore è partire da un telaio in alluminio con forcella in carbonio, un full carbon costa troppo e un acciaio (anche con tubi pregiati) è troppo pesante.
Se per un telaio in acciaio ci si può rivolgere anche a piccoli produttori artigianali, per un alluminio è un po' più difficile visto che mi son sentito dire che è "impossibile" trovare forche pista in carbonio economiche e che quindi bisognava necessariamente montarne una da corsa, cosa che secondo me crea un inutile aborto, accettabile per una conversione al risparmio assolutamente folle per un telaio nuovo.
Oltretutto come ho già scritto se si ha a che fare con piccoli produttori è spesso necessario "stargli addosso" per esseri sicuri di avere esattamente ciò che si chiede, cosa che, sinceramente, non avevo alcuna voglia di fare; oltre a problemi vari di spedizione visto che a Torino nessuno, purtroppo, fa più telai.
Il telaio non doveva avere geometrie impiccate e troppo difficili da pista pura, ma nemmeno troppo rilassate da corsa, a "peggiorare la situazione" oltretutto la moglie, giustamente, voleva l'opzione del freno anteriore.
La scelta quindi si è ristretta ad un solo telaio: quello del Cinelli Mystic Rats.
Le richieste da parte della "cliente" erano piuttosto chiare: manubrio bello alto, assolutamente non da corsa ne da pista, sella comoda (che già avevamo in casa), un solo freno all'anteriore, opzione flip/flop fixed/free scartata dal sottoscritto perchè la odio; insomma con la bici completa avrei smontato e sostituito praticamente tutto, tanto valeva prendere il solo telaio da montare a piacimento.
Tutto questo discorso è anche per spiegare che non tutti i telai sono uguali, non si può prendere un telaio "a caso", non si può paragonare un alluminio ad un acciaio, un prodotto di serie con uno artigianale, con geometrie da pista o da corsa o una via di mezzo; ogni telaio ha delle specifiche particolarità, dei vantaggi e degli svantaggi su cui non sarebbe male ragionare, specie perchè il telaio E' la bici, se la scelta iniziale è sbagliata difficilmente il risultato finale sarà ciò che si cerca veramente.

49 commenti:

Visionimiopi ha detto...

Aspettiamo di vedere il risultato!
Se il buon giorno si vede dal mattino...
Hai pensato anche ad un portapacchi bello leggero e robusto?

ett ha detto...

Congratulazioni per la nuova fissata. Grazie ancora per i suggerimenti.

Anonimo ha detto...

domanda ... questo telaio non ha le stesse geometrie del vigorelli? se cio' fosse hanno entrambi geo da pista pura oppure sono entrambi una via di mezzo piu' adatta all'utilizzo urbano? sto dicendo castronerie?

Aldone ha detto...

le geometrie del Mystic e del Vigorelli sono le stesse e sono un mix tra strada e pista o meglio sono da pista un po' addolcite.
Come le pista hanno movimento centrale alto e carro corto, ma gli angoli sono un po' più rilassati e facili rispetto ad un pista puro rimandendo comunque più verticali comunque di un telaio da corsa.

G.S.GUCCILIFE ha detto...

Un telaio da d acciaio,pure con acciao pregiato e troppo pesante.....scusa di quanto differisce un alluminio da uno acciaio?Una bici pista mi sembra gia straleggera di suo,e (non credo) che passare da un olandese auna fissa,le farebbe notare quell eventual emanciata di etti in piu.....opinione mia...

Aldone ha detto...

purtroppo non ho pesato il telaio nudo, comunque tra uno in alluminio e carbonio e un buon acciaio moderno c'è almeno mezzo chilo di differenza, non è molto, però si sente.

Anonimo ha detto...

Ciao
però il solo telaio è un po' caro rispetto alla bici montata completamente.(c'è uno scarto di 170euro ca.)
per tale differenza è decisamente più conveniente prendere il "pacchetto" completo!
Cmplimenti per il blog

Aldone ha detto...

listini alla mano lo scarto tra bici completa e telaio nudo è di 350 euro, poi i prezzi che si riescono ad ottenere, tra sconti e varie, sono un altro discorso.
Ci dovrebbe anche essere una opzione kit telaio con manubrio, attacco, reggisella, ma non so quanto costa.
Comunque come già detto parlando di bici complete, un prodotto preconfezionato tuttoincluso costa SEMPRE meno del telaio + pezzi.

Anonimo ha detto...

Ciao Aldone .. mi disturba quindi un dilemma e l essere un po' ignorante in materia non mi aiuta... parlando di pronte .. avendo un budget tra 700/800 euro Bianchi Pista / Cinelli Mystic / 666 quale acquisteresti fossi un neofita della fissa ... quale acquisteresti.. anche poi da tenere come base di partenza per future customizzazioni?

Aldone ha detto...

Il Bianchi Pista in acciaio non mi risulta attualmente distribuito in Italia (lo era l'anno scorso), sul sito Bianchi.it c'è solo il D2, di cui non conosco il prezzo, ma visto com'è montato solo le ruote e la guarnitura (senza telaio e gli altri componenti) costano quasi 700 euro, comunque leggendo le varie recensioni in rete il telaio è buono, ma i compionetnti pessimi.
Il 666 non mi piace e non mi piace chi la vende.
Rimane la Langster con geometrie sballate, la Kona Paddy che non conosco, e il Cinelli Mystic che ritengo molto valido ... vediamo dopo le fiere di settembre se qualcuno decide di importare qualcos'altro in Italia per l'anno prossimo, ma per il momento i prodotti disponibili sono questi.

G.S.GUCCILIFE ha detto...

Scusa,perche la cinelli e meglio delle altre?l Hai provata di persona?Questa 666 l hai provata o e' solo il lato estetico che non ti soddisfa?

Aldone ha detto...

Perchè Cinelli è meglio?
Perchè la Vigorelli ce l'ho da novembre, mi piace e va benissimo, la Mystic ha le stesse geo, è leggera e per quello che ho visto è fatta pure lei molto bene.
La 666 parte male perchè nonostante il nome non costa 666 euro, ci devi aggiungere sella e pedali e quindi superi abbondantemente i 700 euro, sul sito non ci sono le geometrie e questa è una cosa che mi fa imbestialire, poi il montaggio non è sempre lo stesso, dipende dalle disponibilità di pezzi che hanno, è comunque un prodotto fatto da un singolo negozio per cui se sei a Milano può andare, ma se abiti per dire a Catania devi fartelo spedire con costi non indifferenti e se per caso si dovesse rompere qualcosa, o per qualunque problema non puoi semplicemente riportargliela indietro.

Anonimo ha detto...

Ho fatto montare due ruote da chi monta le 666, che calvario..., d'ora in poi ci andrò solo per acquistare pezzi, visto che è forse l'unico in lombardia con pezzi da pista subito disponibili, ma mi monterò tutto da solo o da officine fidate, non mi freghi più stazione delle biciclette...

Anonimo ha detto...

Parlate tutti male della stazione, ma io mi sono trovato da dio.
Ho acquistato da poco la 666, e mi trovo alla grandissima.
Sulla disponibilità dei pezzi ha in parte ragione aldone, nel senso che ad esempio la pipa che mi hanno montato è una cinelli, non mi hanno montato un pezzo del c***o..la guarnitura al posto della messenger ho una stronglight. Per sella e pedali dipende da voi, io ho una "filante" e dei pedali in acciaio..50 euro in più. L'ho pagata 710 con qualche eurello di sconto.
Cerchi mozzi e telaio columbus sono una figata. Ho visto la langster e almeno esteticamente non c'è paragone. La Cinelli è sicuramente ottima ma aggiungi altri 100 euro in più se ti va bene, cmq rimango dell'idea che la 666 è più particolare, secondo i miei gusti.

Comunque sia marcello che coco sono stati gentilissimi...mah..gli sarò simpatico io, che ne so

Markovox

max ha detto...

sui telai di importazione quali marche secondo te valgono la pena di essere presi in considerazione?

Aldone ha detto...

Max, per importazione intendi comprati all'estero?
Negli USA trovi di tutto e di più, ma ci devi spendere un bel po' di spedizione e se te lo fermano alla dogana ci devi aggiungere tra IVA, tasse di importazione e varie almeno un 30%, tanto da vanificare il prezzo basso iniziale e il cambio vantaggioso euro/dollaro.
Rimanendo in Europa c'è poco, a parte i Surly che comunque non paghi meno di 400 euro, poi c'è ebay, su cui trovi tutto e nulla, ma diventa impossibile ragionare su ogni possibile offerta.
Correggetemi se sbaglio, ma sul nuovo è attualmente impossibile trovare qualcosa valido da pista sotto i 350-400 euro (ovvio che un generico telaio da passeggio si trova a meno, ma è un altro discorso).

Anonimo ha detto...

Ciao ..sono l'anonimo della domanda delle bici pronte..
dunque Aldone.. sono di milano la bianchi pista per esempio in due colorazioni ( tutta cromata e tutta blu metallizzata la vende rossignoli.. 650 euro senza pedali ) il telaio mi hanno detto che e' valido per cio' che capisco non posso convalidare...poi c'e la dynatek che e' una pista pura fatta per andare in pista ottima componentistica ( miche primato pista totale dai cerchi ai mozzi guarnitura ... tutto insomma) telaio alluminio forcella carbonio costo variabile ( sul millino )http://www.dynatekbicycles.com/index.php?option=com_content&task=view&id=50&Itemid=69
poi sempre a milano in un negozietto di fronte al Parini dove trovi Stefano Ex granciclismo, negozio che da settembre diventera' Cinelli Bootleg point ufficiale.. trovi delle belle Carraro pista .... vabbe' io comprero' la Mystic e da li si parte.. e chiuso il capitolo

G.S.GUCCILIFE ha detto...

Scusa,non voglio far polemica,ma voglio capire se TE,la 666 l hai provata o no.Se si chiama 666 e costa di piu,non vedo il problema.Ok non ci sono pedali e sella,ma questo e un altro discorso.Se a TE piace la cinelli,va bene,ma e la TUA opinione.Ok,non ci sono le geometrie sul sito,pero non vedo cosa cio abbia a che fare con la qualita di una bici:La reperibilita dei pezzi,dipende anche per una cinelli,voglio dire,se uno in zona nn ha un rivenditore,e' nelle stesse condizioni di uno di catania,anche se abita a Varese(piu o meno)RIpeto,non e per far polemica,voglio solo sapere se l hai provata o no(faccio notare che la 666 e la stazione delle biciclette non sapevo neanche cosa fossero)

Aldone ha detto...

La Bianchi Pista che ha Rossignoli penso ce l'abbia dall'anno scorso quando in effetti era regolarmente distribuita in Italia, sul sito Bianchi italiano attualmente c'è solo la D2.
La Dynatek sinceramente è la prima volta che la sento nominare, neanche sapevo esistesse una ditta con quel nome, per cui non ti so dire nulla.

Gucci, per provare una bici bisogna averla tra le gambe almeno una settimana, in questi termini, no, non l'ho provata, l'ho vista in giro a Milano e non mi ha entusiasmato.

Anonimo ha detto...

per g.s.guccilife

Io personalmente ho la 666.
Come scritto prima, io, mi trovo benissimo. E' la prima fissa che ho, quindi non ho termini di paragone, cmq solo il fatto che è molto personalizzabile la rende un pezzo unico, e come ripeto, io alla stazione mi sono trovato più che bene

MarkoVox

G.S.GUCCILIFE ha detto...

ok,domanda risposta.

Anonimo ha detto...

ciao aldone,
quanto costa di listino il telaio della mystic ?
grazie
seba

Anonimo ha detto...

sempre l'anonimo della domanda delle pronte.. Dunque neanche a me piace la polemica ma mi sento di rispondere ad un paio di cose .. ho chiesto ad aldone un opinione sulla validita' o meno di alcuni prodotti perche ritengo che la sua opinione sia sicuramente piu' attendibile di negozianti ed altra gente che io conosco..quindi tra le mie conoscenze ho chiesto a lui. la questione del costo e' presto detta.. si chiama 666 per via del costo e poi costa di piu' pazienza .. ma se devo spendere 720 euro per la 666 e 740 euro per la cinelli mystic dove la componentistica e' sicuramente di qualita' migliore gusti a parte scelgo la cinelli ovvio no? poi se il gusto personale spinge a scegliere un telaio stile vintage ..magari riattato cioe' un corsa con forcellini pista saldati .. ( ecco dove subentra il discorso delle geometrie dichiarate o meno) piuttosto di un telaio con un design piu' moderno ... leggermente slooping etc allora la questione diventa una questione estetica di gusto e sul gusto della gente non si puo' certo sindacare.... Per dire la mia sulla 666 che e' piu' particolare ..allora ti prendi un telaio da corsa gli fai saldare i forcellini lo fai sabbiare e dipingere costo max 250 euro e poi gli monti cio' che vuoi nuovo o usato pregiato o meno spendi cio' che hai in budget la fai montare dal ciclista sotto casa e ti sei divertito a farti una bici veramente tua.. no? era questo il punto di tutta la questione... con le pronte in circolazione .. il giochino fai da te..vale la candela oppure e' sbattimento troppo sbattimento e poco conveniente pure....

Anonimo ha detto...

Il telaio 666 (parlando di oggetti più o meno reperibili sul mercato)a mio modesto parere è uno dei telai più interessanti in circolazione,parlando di telai "da pista"...Boccio il Langster,(geometrie troppo "strane").Buoni i Cinelli ma le tubazioni in allumnio per me sono troppo "over size"per i miei gusti, meglio i Cinelli in acciaio ma costano uno sproposito...mannagggia!
Gionni

Aldone ha detto...

Se vi piacciono le bici in acciaio similvintage fatemi e fatevi un favore, comprate il telaio da Gianluca di Riding in Circle, li costruisce la stessa persona che fa le 666 e Gianluca è molto più simpatico e disponibile ... e il prezzo è lo stesso.

Il telaio della Mystic di listino viene 450, poi c'è il solito discorso sconto, per cui si trova a 400 e c'è compresa la serie sterzo integrata FSA che costa un 20 euro (tra l'altro essendo integrata non serve una pressa per montarla)

max ha detto...

a proposito di mettere i forcellini su un telaio da corsa normale... qualcuno sa' a chi posso rivolgermi per far fare questa operazione?
faccio presente che sono di pescara

Aldone ha detto...

Max, a me un telaista aveva sconsigliato tale operazione perchè si rovina la tempra dell'acciaio (lo puoi comunque fare solo su un telaio in acciaio).

Anonimo ha detto...

e questo gianluca di Riding in Circle?? dove si trova? negozio ? per favore passa le info e sito web se esiste dove vedere le sue BC..grazie
Marco

Anonimo ha detto...

comunque se qualcuno non lo sapesse... Cinelli e Columbus sono attualmente la stessa azienda..che una volta era Cinelli Columbus Castelli e 3ttt ....

max ha detto...

sapevo che il procedimento avrebbe potuto avere delle ripercussioni... per fortuna il telaio e' in acciaio.
se trovo qualcuno che pero' mi fa il lavoro ci provo, tanto per quello che vale e per quello che l'ho pagato (40 €).
fatemi sapere.
ps. ti ho mandato una mail, se hai novita' fammi sapere.

Aldone ha detto...

Gianluca è quello che ha organizzato l'alleycat di Vicenza, il suo myspace:
http://www.myspace.com/ridingincircle

Cinelli è il nome delle bici, Columbus dei tubi, la ditta è la stessa.

Anonimo ha detto...

i telai 666 in acciaio columbus "gara" li produce la frames and service di padova... che come prodotti propri hanno Dynatek(di cui ti parlavo ieri) e Demon..... se ti puo' essere di info... vado a fare le pappe! CIAOOO

Anonimo ha detto...

io invece vi segnalo un telaio in acciaio fantastico, geometria non esasperata, tubi della dimensione giusta e forcellini orizzontali. fatto per "correre tutti i giorni".
costo? telaio e frka 400 euro...
è il Surly SteamRoller.

....vi do anche un suggerimento per adattare i telai standard all'uso del mozzo per il fisso, senza avere i classici forcellini con scorrimento.
utilizzare un mozzo con asse con eccentrico della WhiteIndustries.
purtroppo il costo non è proprio popolare!!!

ae

david ha detto...

ho visto la Bianchi da Rossignoli in Corso Garibaldi, la 666 alla Stazione e la Langster in due punti a Milano. La Mystic non l'ho ancora trovata. Cosa consigli Aldone ? cos'ha di tanto sballato il telaio Langster ?

Anonimo ha detto...

http://www.surlybikes.com/steamroller.html

ok bello ..ma chi lo vende?

Aldone ha detto...

Il Langster come ho già scritto ha geometrie da bici da corsa con movimento bassissimo, assolutamente poco indicato per il fisso.
Il Surly Steamroller non è importato/distribuito in Italia, si trova online in Europa a cifre intorno ai 400 euro più spese di spedizione, mai visto dal vivo, da quel che si legge in rete è molto robusto E molto pesante.

max ha detto...

scusate, ma se devo spendere 400 euro per il surly, non pensate sia meglio spendere 345 sterline per un telaio Bob Jeckson (vigorelli Track)http://www.bobjacksoncycles.co.uk/product_info.php?cPath=28&products_id=307
sbaglio?

Aldone ha detto...

Max, hai ragione.
Mi sono limitato ad analizzare quello che si trova facilmente in Italia perchè che se iniziamo a vedere TUTTI i telai che si trovano in Internet andiamo avanti a discutere per i prossimi 2 mesi

Anonimo ha detto...

robusto è robusto!
è un pochino pesante.....pesa poco più di 2kg il 63 e la forca è circa 1 kg....insomma...non è un telaio in carbonio all'ultima moda da 850gr!!

ae

Aldone ha detto...

3Kg di telaio e forca, quanto ti pesa la bici completa?

Anonimo ha detto...

la mia bilancia dice 10kg!!!
poverina!ci sono rimasto male! ...io le davo almeno 13 kg!!!

ae

Anonimo ha detto...

GIOS di f.lli Gios Settimo Torinese (TO) - Italy; http://www.gios.it/2005/ita/prima.php?page=pista-frame
che ne pensi?
ne sai qualcosa?
Ce l'hai vicino casa e non l'ahi mai commentato...
Ti devo dire sempre tutto io...
M!!!

Aldone ha detto...

semplicemente perchè costano una cifra delirante, sui livelli della Supercorsa Pista tanto per intenderci, belli, fatti a mano, ma per come concepisco io la bici non hanno senso.

Anonimo ha detto...

ma il Vigorelli quanto viene nudo?
Sei Grande.
M!!!

Aldone ha detto...

il Vigorelli di listino costa 620 euro (telaio, forcella, serie sterzo e collarino reggisella)

Anonimo ha detto...

a questo punto il Mystic sembra essere la scelta più azzeccata... Geometrie uguali, forca forata, grafica più sobria, prezzo più basso e contenuto degli altri, mi sa che nel caso optassi per un telaio specifico, sceglierei il M.
Bella pe' te, bella pe' tutti.
M!!!

G.S.GUCCILIFE ha detto...

scusa,una curiosita',come la concepisci,te,la bici?Sto' fatto del telaio senza senso ,mi incuriosisce...

Aldone ha detto...

Gucci, domanda interessante, ci farò un post :-)

Il telaio, come la bici va usata, per questo motivo, PERSONALMENTE, non amo molto i telai troppo "leccati", che sinceramente avrei paura ad usare per timore di rovinarli (cadute, lucchettaggi di fretta, etc).
Per me sta bene spendere qualche centinaio di euro per un telaio bello, veloce e leggero da pedalare, ma non 1000 o più per un telaio con congiunzioni cromate che vedrei bene appeso in salotto, ma non in strada a fare a pugni con le auto.

I Cinelli Supercorsa o i GIOS sono telai dichiaratamente orientati all'appassionato collezionista, non non fatti certo a farci footdown!

Anonimo ha detto...

saranno "leccati" e per il collezionista, però sono belli da morire, quei tubi piccoli, quelle cromature, roba da sturbo, altro che...
COncordo con te che non sono da lasciare in strada, se è per questo neppure il tuo lo lascerei li fuori, ma questa è una cosa diversa, in fondo io la bici la lascio li appesa alla ringhiera davanti casa anche quando parto per qualche giorno e non è sola, c'è quella della mia signora, c'è quella di riserva e tra un po' ce ne saranno un altro paio che ho rimediato...
M!!!