martedì, luglio 24, 2012

Sostenibilità e parcheggi bici

Si fa un gran parlare di sostenibilità, si parla molto e si fa troppo poco.
Chi, tutto calcolato, fa più degli altri sono le aziende di outdoor; ho già scritto dei pannelli solari della Grivel, oggi la protagonista è Black Diamond, che sul sito, oltre alle "solite" foto di pannelli sui tetti degli edifici, ne ha anche una del parcheggio bici dipendenti.
E' una piccola cosa che trasmette il messaggio: ci teniamo che i nostri dipendenti utilizzino la bici e non l'auto per venire a lavorare.
Che poi se ci pensate per un'azienda, anche piccola, mettere una rastrelliera da qualche parte non costa veramente nulla e potrebbe portare un buon ritorno di immagine se pubblicizzata a dovere.
Dove lavoro attualmente ogni dipendente ha il suo bel posto auto assegnato nel piazzale dello stabile, per le bici ovviamente il nulla, per fortuna c'è il magazzino dove posso mettere al coperto e al sicuro la mia (che nel piazzale non c'è neppure un palo dove legarla).
Io penso che se le aziende avessero un posto dove poter mettere le biciclette e un'altro dove potersi eventualmente cambiare, ci sarebbe molta più gente disposta a smettere di usare l'auto per andare a lavorare.

6 commenti:

Giuseppe Polizzi ha detto...

Ciao,

hai ragione, ma non puoi chiedere la tuo datore di lavoro di mettere una rastrelliera? non mi sembra una richiesta irragionevole. Comunque bel blog, bei posts.

COSmicO ha detto...

come ti capisco...leggi qui se vuoi..


http://cosmicabc.blogspot.it/2012/06/amarezza.html


ciao!

Aldone ha detto...

L'area biciclette in azienda me la sono fatta da solo, in segreto, senza chiedere, spazio ce n'è e non da fastidio a nessuno, ogni tanto la usa anche uno dei magazzinieri.
Chiedere non ho neppure provato visto che il titolare gira in Cayenne ... comunque a settembre cambio lavoro, vedremo cosa riesco a fare nel posto nuovo.
Tutte le bici legate in giro sono a rischio, ma se sono legate sempre nello stesso posto ogni giorno, diverse ore al giorno ovviamente lo sono molto di più :-(

C. ha detto...

Pensa se la Fiat decidesse di mettere le rastrelliere nel piazzale e dare un bell'incentivo favorendo i turni a chi viene a lavorare in bici.
Il problema, come dici tu, è che se il titolare gira in Cayenne, i valori alla base del suo modus vivendi sono altri.

Guido Cottafavi ha detto...

Proprio oggi ho fatto il mio primo tragitto casa-lavoro in bici, con la mia nuova fissa ovviamente!

Sabotage!!!

Ciao,
Guido.

Balanza ha detto...

per poco, in spagna, ho lavorato in un ufficio con doccia

thumb up