lunedì, luglio 06, 2009

Nuovi standards?


Se si capisce qualcosa di pezzi di bici e si vede come alcuni usano in modo aggressivo la fissa non ci vuole molto ad intuire che alcuni standard da pista sono semplicemente inadeguati all'utilizzo che ne facciamo.
Il primo standard inadeguato è il mozzo filettato che risale a più di un secolo fa ed è concepito per resistere alla sollecitazione della pedalata, peccato che noi skiddiamo sui mozzi filettati e la cosa non sarebbe prevista.
Si, c'è la ghiera, è vero ci sono mozzi bellissimi fatti con materiali eccellenti, ma è il sistema che non è giusto per sopportare sollecitazione nelle 2 direzioni.
Il secondo standard è quello delle pedivelle a perno quadro.
Il perno quadro è eccezionale, finchè si pedala non c'è nulla di meglio, ma se si inizia a saltare allora non va più bene, lo dimostrano diversi miei amici che hanno distrutto ben più di una guarnitura quadra saltano in MTB e John Prolly che ha negli ultimi mesi sfondato almeno 3 movimenti e 3 guarniture diverse.
Il terzo sono i classici telai da pista, ottimi per la pista, per girarci veloci in strada, ma non abbastanza resistenti per utilizzo pesante.
Se si usa la pista come fisse una BMX, ci vuole un telaio pensato come una BMX.
Il quarto sono i cerchi da 700c, tutti pensati per essere veloci e/o fighi, ma nessuno per sopportare realmente le botte, salti e atterraggi sporchi non solo del freestyle, ma anche dai vari ostacoli urbani come gradini, rotaie, tombini, pavè, ghiaia, etc.
Grazie a Stefano "Fixkin" il primo problema è risolto, niente di nuovo, i pignoni a 6 fori li facevano e vendevano almeno altre 2 persone online in USA e UK, ma Stefano è stato il PRIMO al mondo a fare da zero, e non convertendo un anteriore da MTB, un mozzo da pista spaziato 120mm per attacco disco a 6 fori ... ah ora lo fa anche Phil Wood e costa quasi il doppio.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

anche io ho comprato un suo pignone tramite ebay!
spettacolo! ve lo consiglio!

Anonimo ha detto...

Ciao Aldone, volevo chiedere una cosa, quando parli di un secondo standard parli di perni quadri, ma l'alternativa più robusta qual'è? I tuoi amici di cui parli cosa usano? Tu cosa consigli? Grazie

Anonimo ha detto...

ma qual'è il vantaggio di avere raggi incrociati?

per bellezza? rigidità.....o flessibilità??

ae

Anonimo ha detto...

ma comprarsi una bmx no è?

Aldone ha detto...

per il momento l'unica guarnitura che Prolly non riesce a spaccare è la Truvativ/SRAM Omniun a perno passante

coi raggi incrociati dovrebbe risultare più rigida, sinceramente non lo so ancora, la devo provare per bene prima di dare un giudizio

la BMX è una figata ma ti voglio vedere giocare a polo e correre un'alleycat su una biemme

Lanerossi ha detto...

E che vuol dire? Io un'alleycat l'ho corsa in tandem (con dietro uno che un tandem non l'aveva neanche mai visto) e l'ho persa per 3 secondi...

Scherzi a parte credo che la bici completa sia un terribile compromesso. Terribile nel senso che alla fine va "bene" per fare tutto, ma non è perfetta per fare nulla.

A qualcosa si deve pur rinunciare.

Tomaradze ha detto...

Secondo me è questo il problema, non può esistere una bici (come qualunque altro mezzo) che faccia tutto o quasi e lo faccia bene.
Certo, margini di miglioramento sono possibili in ogni campo, e i mozzi di Fixkin sono sicuramente un passo avanti rispetto a quelli da pista.
Sta di fatto che la geometria di questo tipo di bici nonché il tipo di ruote le rendono inadatte a trick e compagnia bella.
Non per fare il guastafeste ma i trick in fissa visti in giro per Youtube e Vimeo sono robetta rispetto a quelli fatti su bmx e bici da trial...

Bmx per il polo? E perché no? Qualcuno non usa forse la Graziella?

Aldone ha detto...

Lanerossi, prova con un tandem con le ruote da 20" e poi mi fai sapere

Anonimo ha detto...

Vedo sui siti dove vendono il Truvativ Omnium che non è incluso il movimento centrale. Questo è per via dei cuscinetti esterni? Oppure dovrei prenderlo a parte? Se sì quale marca/modello mi consigliate?
Sembrano domande stupide e in effetti lo sono, ma non saprei a chi rivolgerle :)
PS: la guarnitura in questione costa 160 euri

Aldone se pensi che il commento è inapppropriato cancellalo pure, scriverò il quesito su qualche forum.

Grazie a te e a chi divulga il verbo fixaro, Dany

daz ha detto...

Delicate guarniture e telai appositamente progettati per trasmettere al meglio la potenza del perfetto gesto atletico sulle ruote si spaccano a saltarci sopra di peso da un metro con la grazia di un Unno, che strano.. E' come lanciare a tutta forza un Jaeger La Coultre Master Tourbillon sul muro e constatare poi che il movimento, ahimé, si compromette in maniera irreversibile. Questo Tourbillon va riprogettato, caxxo! Certo Breguet, trecento anni fa, non poteva prevedere l'utilizzo che noi avremmo fatto del suo movimento: bisogna fare qualcosa!! :(
Ma comprati un G-Shock, no ? Se acquisti un Tourbillon non lo fai certo per affrontare pareti rocciose VIII grado!

Non vorrei apparire noioso e polemico ma continuo a non capire il perché ci si voglia ostinare ad usare una moto da Gran Premio per saltar sui tronchi, una Ferrari per far le gare di salitoni sterrati assieme alle Jeep, gli sci da discesa libera per fare il 720° sull'half pipe... Boh.. Proprio non capisco. Scusate.

Aldone ha detto...

Dany con la Omnium devi comprare i cuscinetti esterni Truvativ.
La Omnium costa come una Miche o una Stronglight e secondo me vale molto di più

valerio ha detto...

io l'avevo comprato qui, mi pare buono
http://www.velosolo.co.uk/shopdisc.html

Anonimo ha detto...

Ciao Aldone,
fammi capire please: Prolly cos'è che riusciva a spaccare della guarnitura, il solo movimento centrale o pedivelle/guarnitura stessa? Fosse solo il movimento centrale la spesa mi sembra irrisoria (ovvio il fastidio di doversi mettere a smontare il tutto).
Grazie per il chiarimento.

Stay fixed :)
Dany

Aldone ha detto...

spaccava i perni quadri del movimento centrale (Miche e Campagnolo), tranciati di netto.
Ha anche spaccato 2 pedivelle Sugino rd2, mentre la 75 che è forgiata è rimasta intatta, ha anche aperto il perno passante delle Andel taiwanese copia della Truvativ.
Va bene che i movimenti Miche costan 20 euro, ma non è accettabile tranciarne uno al mese.

Anonimo ha detto...

ciao a tutti mi state veramente appassionando!mi sto costruendo la fissa e ho preso le ruote direttamente dalla modolo che secondo me fa ottime cose e a prezzi ragionevolia che ne pensate??oggi vado al velodromo dove c'e' una superofficina con il meccanico che sembra disposto a trattare...cosa mi consigliate??fatemi sapere!!

Aldone ha detto...

Modolo non fa mozzi per cui li comprerà da qualcun'altro, quasi sicuramente saranno i soliti formula/joytecch o similia taiwanese.
Il fatto è che siano buoni oppure no, rimangono dei mozzi nati per pedalare in avanti e NON per skiddare

Anonimo ha detto...

caro aldone sinceramente monta il miche primato...scusa ma nn essere troppo frettoloso!credo di aver studiato!cmq sono di firenze e qui la situazione e' abbastanza critica...nessuno ancora gira in fissa e a perta un vecchio negoziante che mi ha regalato i campagnolo con le gabbiette qui mi ridono quasi dietro...quindi aspettavo te,che posso accalappiare all officina del velodromo?grazie tommy

Aldone ha detto...

Tommy, mi chiedi cosa puoi accalappiare? TUTTO quello che considerano vecchio/obsoleto/superato e che ti danno per pochi soldi

Anonimo ha detto...

grazie poi ti faccio sapere!magari se mi danno tanta roba la posso benissimo condividere con tutti!ci sentiamo