lunedì, giugno 08, 2009

Fintalenticolare


Volete una ruota superfiga per la vostra fissa alla moda?
Non avete i soldi per una ruota in carbonio/a razze/lenticolare/a profilo alto, anzi altissimo e tutta colorata?
Potete con poca spesa farvi una fintalenticolare, tutti i vantaggi di una lenticolare da millemila euro spendendo solo pochi spicci.
Aerodinamicità garantita, utilissima per gli spostamenti cittadini e soprattutto consigliatissima nelle giornate di vento.
:-)

15 commenti:

Enrico ha detto...

Colgo un velato senso ironico...

LOL

Anonimo ha detto...

uno dei tanti aborti contemporanei, un pò come l'adesivo cromato sullo sportelletto della benzina degli autosauri, come l'uso di pinarello/colnago da pista per andare negli skate park, etc, etc, etc...

Gian "Efil" ha detto...

io con la mia lenticolare mi ci divertivo :)

Anonimo ha detto...

generalmente in pista non si usano le lenticolari in allenamento ma solo in gara: 1) i tubolari in seta costano 70 euro ed è facile bucarli 2) è meglio allenarsi con ruote poco performanti per essere più veloci in gara

b.b.

pepperoni ha detto...

oh.. ma svegliatevi!
si usa per il polo, per non rompere i raggi.

Giulio ha detto...

uauauauaua

Anonimo ha detto...

Per pepperoni, c'è qualcuno che le ha costruite esattamente così e le usa in pista, la funzionalità è efficace lo stesso, c'è l'effetto aerodinamico...etc..etc.., l'unica cosa è che l'Unione Ciclistica Internazionale le proibisce perchè la lenticolare deve essere strutturale e non carenata. Con certi enti come UDACE forse si può utilizzare in gara. Con l'UCI no!!!
Allora perchè costruirsela solo per allenamento quando è meglio lavorare "sodo" con delle ruote pesanti e poco aerodinamiche.

b.b.

pepperoni ha detto...

per b.b.
non credo che le facciano in plastica corrugata e fasciette...se ho capito cosa intendi sono quei film che fa (o faceva) tioga che tendi tra i raggi e sono, di solito, la soluzione economica che si usa in triathlon (dove quasi tutto e' permesso..) per avere una lenticolare..
nessun rancore, ma mi sembra che i post di aldone siano ben lontani dalla velocita' della pista che pur mi appassiona un casino.
poi, se uno gira in bici e ci si diverte puo' conciare la bici come gli pare, almeno per quanto mi riguarda...odio le federazioni.

Anonimo ha detto...

per pepperoni:
no le hanno fatte in questo modo con fascette! per questo ho scritto sul blog, visto che qualcuno che va in pista lo legge e volevo avvertire a quelli che hanno l'intenzione di farlo dei problemi che comporta.
Se non fosse stato così non lo avrei scritto.
Non tutti provengono storicamente dalle federazioni varie quelli che vogliono girare in pista, magari leggono il blog e si appasionano! Non faccio nomi perchè non è simpatico ma sta accadendo, rari casi ma ci sono.
Senza offesa ma non vorrei essere ospite poco gradito. Non venitemi poi a dire che quelli che vanno in pista (per gare) sono di un mondo ottuso e conservatore!!! Mi sembra il contrario.
b.b.

Pepperoni ha detto...

Non la prendere male, dico davvero, tutto quello che ho scritto era inteso in toni davvero rilassati. L'interweb purtroppo non aiuta a cogliere le sfumature. giro in bici tanto e mi diverto. ho fatto strada, mtb e bmx e da qualche anno giro in fissa,ci ho lavorato per un po e ora la uso per lo piu' per andare in giro e tricks sessions, ma vado in pista 3-4 volte al mese, e mi piace un casino!
non penso per nulla che chi gira in pista sia ottuso, anzi, ho incontrato gente splendida, sia in pista che per strada ed i miei migliori amici sono gente legata al mondo della bicicletta.
credo che su questo blog tu sia il benvenuto, come tutti, spero.

Anonimo ha detto...

Non me la sono presa!!! E' che spesso si creano dei mondi di "nicchia" dove ognuno sa tutto ed e riconosciuto come esperto e bravo nel suo brodo. A volte questi personaggi non vogliono "intrusi". Lo sapete per esempio che fior fiore di campioni italiani in pista (velocità) non sanno fare il surplace!!!! E avrebbero bisogno di lezioni dai freestyler!!!! ma piuttosto dicono che non serve!!!! Così come fissati urbani (abilissimi nel freestyle) non si degnano di fare un tesserino e venire in pista a cimentarsi. Ad Aigle, in svizzera, ho gareggiato con dei bike curier in una 24 ore organizzata dall'UCI, una gara di endurance bellissima. Avevano ai piedi le Vans!!!!!! E le cartoline tra i raggi!!!! ma qui no!!! In italia niente!!!! Due mondi separati...
Anche vero che l'Italia è il paese degli albi professionali...che ha denunciato Le Corbusier durante il progetto dell’ospedale di Venezia!!! Per chi non lo sapesse (e non è grave) Le Courbusier è stato uno dei maestri di architettura del XX secolo. Denunciato per non essere laureato in architettura!!!!!

No Pepperoni, non me la sono presa!!!
A presto e spero di rileggerti.
B.B.

p.s. a chi vuole dò le dritte per Aigle!!!

Pepperoni ha detto...

Ottimo, sono contento che tu non te la sia presa! E forse e' vero, il fatto che non vivo in piu' in Italia mi influenza abbastanza, e sono uno di quelli che gira in pista con le "cartoline" tra i raggi di fianco a gente con le Corima..
se passi da londra andiamo a girare a Herne Hill, ma e' un velodromo noioso..400mt...old skool..
Ps settimana scorsa sono stato a vedermi una delle piu' belle mostre su Le Corbusier che abbia mai visto, tutti i modelli originali.. e' stato davvero il primo Starchitect della storia!!

the fans ha detto...

Da neofita della bici fissa e da studente di architettura mi sono molto divertito a leggere la vostra discussione... anzi vi dirò che proprio sulla mia bici vado a giro a vedere e fotografare architetture di ogni genere. è un ottimo binomio

Anonimo ha detto...

Per Pepperoni.
All'Herne Hill quest'anno ero al Good Friday Meeting che c'è stato ad aprile, prossimamente saro a Manchester per gli europei su pista. Ho visto che a Londra (anche al good friday, c'erano tanti fissati come spettatori) e poi per la gioia di Aldone c'erano dei corridori che con delle cargo si portavano i rulli e le ruote di scorta e da pista a rimorchio!!! per correre!!!! Mica prendevano i taxi!!!! Incredibile...

Ch4rlie96 ha detto...

Ciao, vorrei chiedere se qualcuno sa come si costruiscono queste fintelenticolari che mi piacciono molto, certo non gioco a polo bike(anzi prima di conoscere questo blog non sapevo neanche cosa era) e non vado in pista, però sulla mia grazziellina con le ruote da 20'' c'è le vedrei bene, naturalmente da mettere sia avanti che dietro...
Ho visto che sono di quella plastica che si usa per le cartellete che si usano a scuola...
Ma ne vendono a metro e poi le devi tagliare in base alla lunghezza del raggio?O si comprano già fatte?Qualcuno mi può dire dove posso acquistare questo materiale?