venerdì, dicembre 21, 2012

Sono Contento


Posso dirlo?
Vedevo tanta gente in bici questa estate e mi chiedevo, ma quando inizierà a fare freddo tutti questi ciclisti continueranno a pedalare?
Complice il riscaldamento globale, il clima impazzito, da settembre a oggi a Torino ci saranno stati più o meno 5 giorni di pioggia, e le temperature sono decisamente più alte rispetto alla norma stagionale, ieri a mezzogiorno c’erano 12° (!), vedo con piacere che di ciclisti in giro ce ne sono tanti, sempre di più.
Segno che qualcosa sta cambiando, sarà anche la crisi ed il prezzo della benzina, saranno tante cose, ma oggi, finalmente la bicicletta inizia ad essere considerata un normale mezzo di trasporto.
Due cose non funzionano ancora.
Le amministrazioni pubbliche fanno tante parole, ma nella realtà ben poco per aiutare seriamente l’uso della bicicletta, e fino a che non vedremo i politici senza giacca e cravatta, sappiamo che loro, la bici, non la usano.
I ciclisti, da parte loro, continuano a considerare la bici un mezzo di locomozione “non serio” e continuano a non usare le luci e a non comportarsi come dovrebbero.
Un ciclista senza luci dopo le 17 è totalmente invisibile ad automobilista, la vostra vita vale un po’ di più di qualche decina di euro spesa in lucette!

PS oltretutto il mondo oggi non è finito, il che è una cosa positiva

4 commenti:

Pierluigi Vernetto ha detto...

te aspetta quando il governo introdurra' l'obbligo di bollo, assicurazione e patente per chi ha una bici... e aumentera' l'IVA sulle bici al 35%... e vedrai che la gente comincera' ad andare a piedi... poi imporranno anche un contatore di passi e le tasse sul circolato, e a sto punto non so bene cosa succedera'.... niente finche' passano calcio e tette in TV.

alvise ha detto...

Assolutamente d'accordo! Sono arrivato a Torino nel 2006 dopo aver vissuto a Berlino e la gente mi prendeva per matto ad usare la bici con ogni clima e temperatura. Oggi con grande soddisfazione vedo che i torinesi si stanno adeguando al resto d'Europa. Complice forse anche la crisi della Fiat, la Detroit italiana ha scoperto i pedali come mezzo di locomozione!
Son soddisfazioni!!

cinas ha detto...

un piccola correzione. Io la fissa la uso ogni giorno - neve esclusa - per andare a lavorare (12 km) e sono quasi sempre in giacca e cravatta.
Sotto i due gradi metto le ghette di neoprene, ho un copripantalone tecnico, due guanti, giaccavento molto molto tecnica e quando sono in ufficio ci metto un po' a sbucciarmi.

rick ha detto...

La specie umana è stupida. Se anche il mondo fosse finito con effetti speciali, per l'universo non sarebbe stata una grossa perdita. Le intelligenze inferiori proliferano anche nelle serate nebbiose,e girano senza luci. Stasera ne ho visti almeno tre a Torino.
Se anche non ci fosse più benzina,qualcuno proverebbe sicuramente a trarre del profitto dalla situazione. Basterebbe alzare il prezzo del cibo e poi per indorare la pillola costruire una pista ciclabile. È vero che fa più caldo, è vero che ci sono meno soldi,ed è soprattutto per questo che la gente si sta abituando a pedalare. Certo, lo sappiamo giá che la bici è uno dei mezzi scientificamente più semplici,avanzati,efficaci ed efficienti etc..ma a certa gente in culo gli entra, in testa no.