lunedì, maggio 14, 2007

Bici pazze


Quello della foto sono io su una assurda creazione del Mecca per la cooperativa "Il Triciclo"
di Torino.
La bici è una elaborazione di una saltafoss biammortizzata (!) probabilmente risalente agli anni '70 superchopperizzata con una minuscola ruota dietro e da 24" davanti con il mitico gommone Gazzaloddi da dowhill assolutamente liscio dall'usura, trasmissione a ruota fissa rigorosamente senza freni.
La bici è decisamente inguidabile, si impenna da sola appena si forza un po' sui pedali, il peso è tutto sul posteriore, lo sterzo è troppo leggero e la serie sterzo a dir poco ballerina rende impegativo anche il solo girare nello spiazzo dell'Ecocentro.

In una parola ... diventente!!

3 commenti:

Mork ha detto...

ome và in salita. :-)

Aldone ha detto...

il rapporto è bello agile, ma l'assetto non è dei più indicati per le salite alpine :-)

riccardo ha detto...

Vai a vedere queste!

http://www.designboom.com/snapshots/tokyobike/even_stranger.html