giovedì, marzo 29, 2007

Metodo Pettenella


Il metodo Pettenella rinominato Rotafixa sui forum USA (verbo: to rotafix) è un sistema per avvitare da paura il pignone fisso su un mozzo standard non predisposto per la ghiera di fissaggio controfilettata.
Il risultato è poter costrure una fissa senza per forza disporre di un mozzo posteriore da pista, lo svantaggio è che un pignone montato in questo modo si può svitare.
Ma si svita? dipende.
Senza inutili polemiche e guerre di vario genere, se il mozzo da pista è montato correttamente magari con l'aggiunta di una ghiera da movimento centrale e del frenafiletti è ben difficile che si sviti con un utilizzo tranquillo, ma se il gioco è sgommare ad ogni occasione garantito che prima o poi si svita.
Sulla mia Kona ho girato quasi un anno con il pignone avvitato senza ghiera, MA con i pedali a piattaforma (con cui è praticamente impossibile bloccare la ruota posteriore) e usando il freno davanti senza alcun problema.
Poi ho deciso di togliere il freno e montare le gabbiette ... al primo skid serio si è svitato tutto :-)
Ora il pignone è rotafixato con un bel po' di frenafiletti e un anello da movimento centrale a mo' di controdado e per il momento tiene bene e la bici rimane senza freni.
Un consiglio: se girate con un pignone "rotafixato", non fate come me, montate il freno davanti!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

attenzione al frena filetti almeno quello della loctite rosso, ovvero quello forte. a me è successo che si è mangiato la filettatura in aluminio del mozzo ed ha reso inservibile il mozzo stesso dopo un paio di svita avvita. Per il resto tutto vero ciò che dice Aldone, funziona finche non fai skid seri. Ciao Mork

Phabio ha detto...

Ciao Aldone!
Ci sono quasi: è giunto il momento di montare il pignone fisso.
Sono ripassato quindi a dare un'occhiata hai tutoi vecchi post. Quindi mi sono informato anche sul frenafiletti. Mi sorgono un paio di domande in proposito: quale frenafiletti scegliere tra le 3 gradazioni di forza che si trovano sul mercato? E una volta frenafilettato pignone e "controdado" preso dal movimento centrale, quanto è difficile svitarli di nuovo?
Un'altra questione non mi è molto chiara e forse meriterebbe un tuo post ad hoc: come si regola la linea di catena?

Sempre complimenti!
Ciao
Phabio

Aldone ha detto...

Per il frenafiletti sarebbe meglio quello più leggero altrimenti rischi di non smontare mai più il pignone.
Per la linea di catena dipende dai componenti che monti, la catena deve correre dalla corona al pignone perfettamente parallela all'asse del telaio.

PIT89 ha detto...

ciao oggi ho cercato il frenafiletti dappertutto(vari ferramenta, ricambi auto ecc)e nessuno ce l'aveva(abito a roma) alla fine me lo sono fatto prestare da un amico meccanico di moto...quindi sono andato dal ciclista di fiducia per farmi prestare gli attrezzi e si e rifiutato di farmelo usare dicendo che succedeva un casino se bloccava tutto macchenesò!dice che la ghiera da movimento centrale che ho messo basta e avanza, e al limite dice gli dai una stretta periodicamente... te che ne pensi? perche si e accanito tanto contro l'applicazione del frenafiletti?
ciao e grazie!

Aldone ha detto...

nessun meccanico serio metterebbe della colla su qualcosa che si deve poter smontare, è una cosa che ti devi fare da solo

danielsan ha detto...

perché nn compri una ruota fissa su ebay
ora si trovano di tutti tipi e qualità